24 agosto 2019
Aggiornato 05:30
La GIF di Happy Toast

Questa GIF animata è silenziosa: ma molti avvertono uno strano rumore. Ecco perché

Una GIF completamente silenziosa ideata da Happy Toast e postata sul loro profilo di Instagram sta facendo il giro del web: è completamente silenziosa ma molta gente giura di avvertire del rumore

È un fatto alquanto particolare quello che accade a molte persone quando osservano una particolare GIF animata che ha fatto il giro del web. In sostanza, si tratta di vedere tre tralicci di cui uno – quello centrale per la precisione – salta in alto proprio come dovrebbe fare una persona quando si allena con una semplice corda. Durante il rimbalzo, però, sono molte le persone ad avvertire un rumore sordo ma ben distinto. Quindi nell’immagine c’è davvero il suono o è frutto dell’immaginazione? Ce lo spiega un neuropsicologo.

Da dove viene il rumore?
L’unica cosa certa è che la GIF animata non contiene nessun tipo di traccia audio. Quindi la domanda è: perché la stragrande maggioranza delle persone avverte un suono che, in realtà, non esiste? Secondo alcuni esperti si tratta di una sorta di illusione uditiva generata da un’alterata funzione della percezione umana.

Sinestesia
Il fenomeno potrebbe essere spiegato con la sinestesia, un problema – se così si può definire – che in realtà interessa poche persone (solo il 4%). Si tratta, in sostanza di una contaminazione dei sensi. È come se il soggetto percepisse in un’unica fase tutti i sensi. Ciò significa che dopo aver visto un’immagine possiamo avvertire la visione anche sotto forma di stimoli sensoriali differenti dalla vista. Per fare un esempio, potremmo dire che sono molte le persone che quando vedono un’ambulanza percepiscono l’odore del disinfettante tipico degli ospedali. Eppure, in lontananza sarebbe impossibile percepire qualsiasi tipo di esalazione.

La contaminazione generata dai tralicci
Secondo Christopher Fassnidge, ricercatore in Neuropsicologia Cognitiva alla City dell’University of London, quando noi osserviamo i tralicci che ricadono si scatenerebbe una vera e propria contaminazione dei sensi che scientificamente viene descritta con il nome di visually-evoked auditory response (vEAR). In sostanza si tratta di una risposta generata dal canale uditivo che, però, viene evocata attraverso lo stimolo visivo. Quindi, se avvertite un suono anche voi dopo aver visto l’ormai famossisima immagine di Happy Toast, significa che siete stato oggetto di contaminazione sensoriale.