20 agosto 2019
Aggiornato 22:30
Leucemia in una bimba

Elisa ha una leucemia rarissima a 3 anni, le restano poche settimane di vita: si mobilitano anche Fiorello e Anastacia

Corsa contro il tempo per salvare Elisa, di tre anni, colpita da una forma rarissima di leucemia. Se non si trova un donatore compatibile, le restano poche settimane di vita. Per lei si sono mobilitati anche i Vip, come Fiorello e Anastacia

Una bimba è affetta da una rarissima forma di leucemia
Una bimba è affetta da una rarissima forma di leucemia Shutterstock

PORDENONE – Si è data vita a una vera e propria mobilitazione per salvare Elisa, una bimba di tre anni affetta da una forma rarissima di leucemia. La bimba di Pordenone è attualmente ricoverata al Policlinico Pediatrico Bambino Gesù di Roma, e potrebbe avere poche settimane di vita se non si troverà un donatore compatibile di midollo osseo. A perorare la sua causa si sono mossi anche molti Vip e personaggi dello spettacolo come Fiorello e la cantante Anastacia (sopravvissuta al cancro, e dunque sensibili a certi temi), e poi Paolo Conte, il calciatore Francesco Acerbi, Paolo Ruffini, i cantanti Umberto Tozzi e Fausto Leali e altri ancora. I Vip hanno invitato tutti i loro fan a recarsi nei Centri specializzati per la tipizzazione in modo che si possa al più presto trovare un donatore compatibile e si possa tentare di salvare la vita della piccola ed evitare il finale drammatico per lei e i genitori Fabio e Sabina, che stanno vivendo ore d’angoscia.

Si è mobiliato anche il web
L'invito dei genitori e dei personaggi dello spettacolo, in queste ore è stato rilanciato sia da molti media che da popolo del web e dei social. Sulla pagina Facebook dedicata ‘Salviamo Elisa’ continuano ad arrivare senza sosta immagini da tutto il mondo con persone che si recano in ospedale nella speranza di essere d’aiuto risultando donatori di midollo compatibili. La grande mobilitazione, anche se non sortisse il risultato voluto per la piccola Elisa, ha tuttavia nel frattempo fatto sì che si potesse creare un database internazionale del Registro dei donatori sempre più grande e aggiornato. In questo modo di potranno avere molti più potenziali donatori per tutti coloro che sono affetti da leucemia e mieloma, offrendo loro una speranza in più di cura.

Gli appelli
Tra i tanti appelli apparsi sul web, per esempio il cantante Umberto Tozzi scrive sulla sua pagina Facebook: «Salviamo Elisa!! Ho bisogno di voi e del vostro aiuto! Non basta mettere Mi piace e condividere, bisogna andare e fare il test per vedere se siete compatibili! Se avete dai 18 ai 35 anni dovete provare. Donare il midollo osseo non è pericoloso né doloroso ed è gratuito! Quindi ragazzi vi prego proviamo a salvare Elisa, una bellissima bimba di 3 anni!! Andate sulla pagina Facebook SALVIAMO ELISA, troverete tutte le info! Grazie di cuore Vostro Umberto».
Allo stesso modo, ecco l’appello di Paolo Conte, sempre sulla sua pagina Facebook: «Stiamo cercando da mesi un donatore di midollo osseo per Elisa Pardini, una bambina di soli tre anni di Pordenone, affetta da una leucemia del sangue rarissima, da mesi rinchiusa al Bambino Gesù di Roma sotto le cure del dott. Locatelli. A oggi non c'è ancora un donatore compatibile al 100% nelle liste dell'ADMO. Da mesi, su richiesta del padre, abbiamo iniziato una ricerca disperata sulla rete con discreti risultati. Ma ancora niente. C'è un donatore su 100.000 che può essere compatibile. Elisa ora è al suo quarto ciclo di chemioterapia, dopo il sesto dovrà sottoporsi al trapianto, e le speranze si stanno riducendo ogni giorno che passa, poiché il tempo che ci resta è davvero poco». Ecco la pagina per aiutare Elisa: https://www.facebook.com/salviamoelisa/