24 giugno 2017
Aggiornato 17:30
Obesità

Obesità: causa 2 miliardi di obesi e 4 milioni di morti

L’obesità uccide 4 milioni di persone. In due anni i casi sono aumentati in maniera esponenziale, anche tra i bambini. È necessario impegnarsi costantemente per dimagrire

2 miliardi di obesi e 4 milioni di morti in tutto il mondo
2 miliardi di obesi e 4 milioni di morti in tutto il mondo (Billion Photos | Shutterstock)

WASHINGTON - L’obesità colpisce sempre più persone, arrivando a quota due miliardi in tutto il mondo. E le conseguenze sono drammatiche: ben due milioni di morti a causa della condizione. Sotto accusa anche il sovrappeso che aumenterebbe il rischio di malattie cronice, cardiache, vascolari e persino l’insorgenza dei tumori. È essenziale prendere misure drastiche e impegnarsi costantemente al fine di perdere peso: cambiare lo stile alimentare non basta, si deve anche seguire una vita sana e fare attività fisica. Ecco gli ultimi dati elaborati da una recente ricerca condotta dall'Università di Washington.

Non solo adulti
Secondo quanto emerge da una ricerca condotta dall'Università di Washington e pubblicata sul New England Journal of Medicine, l’obesità è una vera patologia che sta assumendo carattere epidemico. Si mangia troppo e male. Ma fin dai primi anni di vita si può prevenire questa condizione che pare interessare sempre più bambini e adolescenti. Si contano, in tutto il mondo, ben due miliardi di persone obese e in sovrappeso.

L’obesità uccide
Aspetto ancora più drammatico è che l’eccesso di peso può uccidere. Si conta, infatti, che ogni anno muoiono 4 milioni di persone a causa di questa condizione, apparentemente solo estetica. Ma non è finita qui perché secondo quanto emerge dalla ricerca si muore anche a causa del sovrappeso quindi con un indice di massa corporeo (BMI) inferiore ai parametri tipici dell’obesità.

Un fenomeno mondiale
Sulla ricerca pubblicata sul New England Journal of Medicine emerge che vi è una «disturbante e crescente crisi di salute pubblica». Lo studio, coordinato da Christopher Murray dell'Institute for Health Metrics and Evaluation dell'University of Washington, ha evidenziato come il mangiar sano e tenere sotto controllo il peso corporeo dovrebbe divenire un impegno costante e preciso. L’eccesso di peso mina la salute di ogni individuo e può portare fino alla morte nei casi più seri, ecco perché è fondamentale rivedere completamente il proprio stile di vita, alimentare e non.

Una persona su tre è in sovrappeso
«Il peso in eccesso è uno dei più complessi problemi di salute pubblica dei nostri tempi e interessa una persona su tre. Nel corso dell’ultima decade sono stati valutati una serie di interventi ma non conosciamo la loro concreta efficacia nel lungo termine. Nei prossimi dieci anni, in stretta collaborazione con la FAO, monitoreremo e valuteremo i progressi fatti dalle varie nazioni nel controllare sovrappeso e obesità. Condivideremo i dati con scienziati, politici e altri stakeholder, cercando di mettere a punto strategie evidence-based per risolvere il problema», ha dichiarato Ashkan Afshin, autore principale dello studio e professore associato di Global Health all’IHME (Institute for Health Metrics and Evaluation).

Lo studio
Lo studio ha coinvolto 195 paesi dal 1980 al 2015 ed è stato recentemente presentato a Stoccolma presso l’Eat Stockholm Food Forum. È stato basato su dati provenienti dal Global Burden of Disease (GBD). Tuttavia, durante la ricerca sono stati esaminati anche altri studi circa gli effetti dell’eccesso ponderale e sulle sue potenziali correlazioni con tumori dell’esofago, colon retto, fegato, cistifellea e vie biliari, pancreas, mammella, utero, ovaio, rene, tiroide e leucemie.

I dati
Secondo quanto riportato dalla ricerca, nel 2015 sovrappeso e obesità riguarda 2,2 miliardi di persone nel mondo. Il che si traduce nel 30% della popolazione mondiale. Sono coinvolti 108 milioni di bambini e oltre 600 milioni di adulti. Durante la ricerca sono stati esaminati anche altri studi riguardanti gli effetti dell’obesità e le sue potenziali correlazioni con tumori del colon retto, dell’esofago, del fegato, del pancreas, della cistifellea, delle vie biliari, del pancreas, dell’utero, della mammella, della tiroide, dell’ovaio, del e delle leucemie.

I paesi più indisciplinati
Tra i paesi più indisciplinati e quindi con il più alto numero di obesi troviamo l’Egitto che registra il 35% di persone adulte in sovrappeso. Per quanto riguarda i bambini, invece, il paese che se la vede peggio è la Cina con oltre quindici milioni obesi. Se si considera il totale tra adulti e bambini, però, gli Stati Uniti d’America vincono il primato.