24 maggio 2024
Aggiornato 05:30
Allerte alimentari

Coca Cola richiamata dal Ministero della Salute per rischio contaminazione

Il Ministero della Salute annuncia il richiamo di un lotto di bottiglie di Coca-Cola da 1,5 litri prodotte da Coca Cola HBC Italia Srl con sede dello stabilimento a Marcianise (CE)

Coca Cola, alcune bottiglie ritirate dal mercato
Coca Cola, alcune bottiglie ritirate dal mercato Foto: Shutterstock

ROMA – Ancora richiami di prodotti alimentari. Questa volta tocca alla famosa Coca-Cola. Il provvedimento, preso dall’azienda stessa, è stato comunicato dal Ministero della Salute attraverso il portale dedicato.

Il lotto incriminato
A essere stato oggetto del ritiro dal mercato a scopo cautelativo è il lotto L170329863M con scadenza 28/09/2017. Il motivo del richiamo è «il rischio di presenza di allergeni» non dichiarati. La bevanda sottoposta a richiamo è in bottiglie da 1,5 litri e prodotta da Coca Cola HBC Italia Srl con sede dello stabilimento a Marcianise (CE).

Non conformità
Nella nota è spiegato che il motivo del ritiro è nello specifico una «non conformità di produzione. Il contenuto della bottiglia ha un sapore molto sgradevole, un aspetto molto denso e livelli concentrati di caffeina, acido fosforico e solfiti».
Chi avesse già acquistato le bevande del lotto sottoposto a richiamo è invitato a non consumare il prodotto e a riportarlo al punto vendita per la sostituzione o il rimborso del prezzo d’acquisto.