8 marzo 2021
Aggiornato 21:30
Alimentazione

Sonnolenza dopo i pasti? È colpa dei grassi

Uno studio mostra che se si ha sonnolenza dopo i pasti o si fatica a stare svegli dipende se si sono mangiati cibi ricchi di grassi

ADELAIDE – A molte persone capita di provare sonnolenza dopo il pranzo. Alcune di queste poi, specie gli uomini, sentono proprio la necessità di schiacciare un pisolino per potersi riprendere. Secondo quanto emerso da uno studio pubblicato sulla rivista Nutrients, la colpa sarebbe dei cibi grassi che si sono consumati.

I grassi che addormentano
Non è dunque il fuso di un arcolaio a far addormentare gli uomini – belli e brutti – ma i cibi grassi che si assumono durante il pranzo. Questo quanto sostengono i ricercatori dell’Università di Adelaide in Australia, che hanno condotto uno studio coinvolgendo 784 maschi di età compresa tra i 35 e gli 80 anni. L’analisi dei comportamenti alimentari ha evidenziato che quelli che seguivano diete ricche di grassi riportavano più problemi con la sonnolenza diurna. Questo problema si presentava sempre e al di là di eventuali fattori come il peso corporeo, i livelli di attività fisica o problemi di salute cronici come il diabete o la depressione.

Il tutto però non è chiaro
Secondo il dottor Yingting Cao e colleghi, non è chiaro il motivo per cui una dieta grassa potrebbe influenzare la sonnolenza. E nello studio non è sata dimostrata una relazione causa/effetto. Tuttavia, gli studi suggeriscono che certi neuro-ormoni dell’intestino promuovono la sonnolenza, per cui è plausibile che una dieta ricca di grassi possa in qualche modo indurre sonnolenza diurna, spiegano gli autori.

Quanto sonno
I risultati dell’analisi hanno permesso di osservare come il 46% degli uomini con il più alto consumo di grassi al giorno lamentassero problemi di sonnolenza diurna rispetto a 37% di coloro che mangiavano meno grassi. Al contrario non è stata trovata una correlazione tra l’assunzione di carboidrati e la sonnolenza diurna. Oltre a ciò, gli uomini che hanno mangiato la maggior parte dei grassi ha avuto anche un più alto rischio di sintomi di apnea del sonno. «Mantenere una dieta leggera ed equilibrata è sempre giusto per chiunque», ha commentato il dottor Cao.