28 febbraio 2024
Aggiornato 01:00
il mese di nascita influisce sulla longevità

Sei nato a ottobre? Vivrai poco

Nascere in primavera o in estate è diverso che nascere in autunno o in inverno: durante la vita si può essere più o meno in salute e vivere, più o meno, a lungo

NEW YORK – Gli scienziati della Columbia University hanno fatto proprio un modo di dire. In base al nostro mese di nascita dicono di saper predire se vivremo più o meno in salute e più o meno a lungo. I più fortunati? Quelli nati in maggio.

SE SI POTESSE SCEGLIERE – Certo, se si potesse scegliere il mese in cui nascere è ovvio che ognuno preferirebbe quello che, secondo i ricercatori, assicura una maggiore salute e una vita più lunga. Ma questa possibilità di scelta, per ora, ce l’hanno i genitori. E se così ci è capitato di nascere nel mese «sbagliato», be’ mettiamoci l’anima in pace e incociamo le dita.

PALLA DI VETRO – La palla di vetro usata dal dott. Nicholas Tatonetti e colleghi della CU è in realtà un sofisticato metodo di calcolo sviluppato per indagare il rapporto tra il mese di nascita e il rischio di malattia. Questo algoritmo è poi stato utilizzato per esaminare un database medico di New York. Dall’analisi, pubblicata sul Journal of American Medical Informatics Association, si è scoperto che ben 55 malattie sono correlate con la stagione di nascita.

I PIÙ FORTUNATI E QUELLI MENO – Ma chi sono i più fortunati? Stando ai ricercatori i più fortunati sono i nati nel mese di maggio, con il minore rischio di malattie in assoluto. Quelli più sfortunati sarebbero invece i nati a ottobre. Una iettatura, verrebbe da pensare. Ma è bene sapere che lo studio ha escluso più di 1.600 associazioni e confermato 39 collegamenti precedentemente riportati nella letteratura medica. Tatonetti e colleghi hanno anche scoperto 16 nuove associazioni, tra cui nove tipi di malattie cardiache – che sono la principale causa di morte. Ai più preoccupati, i ricercatori ricordano che comunque il rischio relativo al mese di nascita è relativamente minore rispetto a variabili più influenti come la dieta e l’esercizio fisico. Insomma, non disperiamoci se il nostro compleanno cade di maggio.