11 dicembre 2019
Aggiornato 08:30
Alimentazione e psichiatria

Salute mentale, la dieta ha il suo peso

Una dieta corretta è essenziale non solo per la salute fisica, ma anche per la salute mentale. Lo studio

MELBOURNE – Che la dieta sia fondamentale per la salute è ormai un dato di fatto. Ma non si tratta solo di preservare cuore, arterie, fegato, reni e altri organi vitali. Secondo gli psichiatri australiani infatti, la dieta è essenziale anche per mantenere la salute mentale. Questo quanto emerso da uno studio pubblicato su The Lancet Psychiatry.

UN FATTORE CHIAVE – Gli scienziati dell’Università di Melbourne e della Deakin University ritengono che la dieta sia un fattore chiave per spiegare l’alta prevalenza e incidenza dei disturbi mentali. Per cui la nutrizione è importante per la psichiatria come lo è per la cardiologia, l’endocrinologia e la gastroenterologia.

CERVELLO E NUTRIENTI – Il prof. Jerome Sarris sostiene che negli ultimi anni sono stati stabiliti significativi collegamenti tra la qualità nutrizionale e la salute mentale. E studi scientificamente rigorosi hanno dato contributi importanti alla nostra comprensione del ruolo della nutrizione nella salute mentale. Le ricerche dimostrano che molti di questi nutrienti hanno un chiaro legame con la salute del cervello, tra cui gli acidi grassi omega-3, vitamine del gruppo B (soprattutto acido folico e B12). E poi colina, ferro, zinco, magnesio, S-adenosilmetionina (SAMe), la vitamina D e gli aminoacidi. Se dunque vogliamo mantenerci sani anche mentalmente, non dimentichiamo il ruolo chiave dei cibi.