27 maggio 2024
Aggiornato 01:30
Trentenni senza speranza?

La crisi di mezza età arriva prima: a 35 anni è già nera

Sondaggio britannico rivela: a 1 su 4 manca l'affetto

ROMA - Non bisogna aspettare gli «anta» per sentirsi in piena crisi di mezza età, il 21% degli uomini e delle donne l'avverte già dopo i 30 anni. Lo rivela un sondaggio britannico della società di consulenza relazionale Relate che ha intervistato oltre 2.000 adulti scoprendo che il momento «nero» arriva in anticipo rispetto a quanto sospetta l'opinione comune. Una persona su quattro tra i 35 e i 44 anni di età afferma infatti di sentirsi sola, stessa percentuale di chi dice di avere una pessima vita relazionale e per questo di sentirsi depresso sia al lavoro che a casa. Trentenni senza speranza? Per fortuna un quinto del campione riesce a rifugiarsi ancora negli affetti familiari e circa il 25% degli intervistati confida il desiderio di più tempo da trascorrere con i propri cari. «Normalmente si identifica la crisi di mezza età con i 40 o i 50 anni - commenta Claire Tyler, che dirige l'istituto di ricerca -, mentre il rapporto rivela che questo momento può arrivare molto prima di quanto ci si aspetti».