21 luglio 2019
Aggiornato 19:30
Genova

L'esplosione del ponte Morandi vista dal confine della zona rossa

Alle 9.37 del mattino di venerdì 28 giugno l’esplosione delle pile 10 e 11 del viadotto, preceduta dal suono della sirena ripetuto tre volte: in sei secondi quello che restava dei piloni si è sbriciolato, sollevando una nube di polvere.

Video Agenzia Vista

GENOVA - A Genova è stato abbattuto con l'esplosivo poco dopo le 9 e 30 il troncone est di Ponte Morandi. Per demolire le pile 10 e 11 del viadotto autostradale è stata utilizzata una tonnellata di esplosivo. L'implosione della struttura è stata leggermente ritardata rispetto all'orario previsto, le 9 esatte, perché alcuni residenti da evacuare non avevano ancora lasciato la propria abitazione.

Presenti i Ministri Salvini, Di Maio e Trenta

All'evento hanno assistito, oltre al sindaco e commissario per ricostruzione, Marco Bucci ed al governatore della Liguria e commissario per l'emergenza, Giovanni Toti, i vicepremier Matteo Salvini e Luigi di Maio ed il ministro della Difesa, Elisabetta Trenta.