15 novembre 2019
Aggiornato 21:00
Arte

Il direttore degli Uffizi, tedesco, chiede indietro alla Germania l'opera rubata dai nazisti

Il direttore degli Uffizi di Firenze, il tedesco Eike Schmidt, ha voluto iniziare l'anno lanciando un appello alla Germania a restituire un'opera rubata dai nazisti

FIRENZE - Un appello al suo Paese. Il direttore degli Uffizi di Firenze, il tedesco Eike Schmidt, ha voluto iniziare l'anno lanciando un appello alla Germania a restituire un'opera rubata dai soldati nazisti durante la Seconda Guerra Mondiale, il «Vaso di Fiori», olio su tela del pittore olandese del Settecento Jan van Huysum.

Schmidt ha provocatoriamente appeso un finto quadro con la scritta «Rubato» nel posto in cui vorrebbe che tornasse l'originale, appartenente alle collezioni di Palazzo Pitti dal 1824, e ha lanciato un messaggio: «Le ultime ferite della Seconda Guerra Mondiale nelle collezioni fiorentine sono ancora aperte. Infatti questo capolavoro, il Vaso di Fiori di Jan van Huysum fu rubato nel 1944 e oggi si trova in una collezione privata tedesca. Il mio augurio per il 2019 è che questo capolavoro possa tornare ed essere restituito alla sua sede di pertinenza, la Sala dei Putti a Palazzo Pitti».