15 dicembre 2019
Aggiornato 14:00

Fedeli: «Di Maio scappa dal confronto con Renzi, manca di rispetto»

La ministra dell'Istruzione: «Non è un democratico e non rispetta le scelte degli altri», sul voto in Sicilia: «Sconfitta in qualche modo, purtroppo, prevista»

MILANO - "Di Maio non è un democratico, io che sono una democratica sincera ho scelto il candidato attraverso le primarie previste dallo statuto del mio partito». Così la ministra dell'Istruzione, Valeria Fedeli, ha risposto ai cronisti che le chiedevano un commento sulla decisione del pentastellato Luigi Di Maio di annullare il dibattito televisivo con Matteo Renzi.

«Io non ci credo che si sia sottratto, vorrebbe dire veramente non rispettare le scelte degli altri», ha continuato Fedeli aggiungendo che «questo è un segno non solo non democratico ma anche, se mi posso permettere, di non rispetto per la comunità: puoi non condividere la politica e lo statuto democratico che abbiamo nel nostro partito ma devi rispettare le differenze e le scelte degli altri». La ministra ha parlato a margine dell'inaugurazione dell'anno accademico dell'anno accademico del Politecnico di Milano. Quanto al voto siciliano Fedeli ha detto: «Si tratta di una sconfitta in qualche modo, purtroppo, prevista. Non c'è niente da fare: quando l'insieme del centrosinistra si divide è scientifico, vince la destra».