11 dicembre 2019
Aggiornato 18:00
Islam

In università a pregare Allah: a Parma la prima moschea dentro un ateneo

A Parma, su richiesta di un'associazione di studenti islamici, è stata inaugurata la prima moschea all'interno dell'università. La scelta pare molto discutibile

A Parma la prima moschea dentro all'università
A Parma la prima moschea dentro all'università ANSA

PARMA - In università... a pregare Allah. A Parma, su richiesta di un'associazione di studenti islamici, è stata inaugurata la prima moschea all'interno dell'università. La scelta pare molto discutibile. E soprattutto non paragonabile ai crocifissi appesi nelle aule, che non solo discendono da specifiche leggi già passate al vaglio della Corte Costituzionale e dalla Corte europea, ma soprattutto derivano dal cristianesimo che, oltre che una religione, rappresenta una tradizione e una cultura che nei millenni ha plasmato l'Italia e i suoi cittadini. Il fatto che esistano associazioni di studenti islamici lascia perplessi sulla reale volontà di instaurare un rapporto di integrazione. Abbiamo raccolto la testimonianza di Gianluca Prisco, segretario di Azione Universitaria, per un commento. Ecco cosa ci ha raccontato in questa intervista.