4 dicembre 2020
Aggiornato 15:30
Partito democratico

Veltroni: «Quando la sinistra si è divisa ha fatto male a sè e al Paese»

Il primo segretario del Partito democratico intervenendo all'assemblea del Pd: E' mio dovere prendervi pochi minuti per dirvi quanto mi sembra sbagliato e quanto mi angosci quello che sta accadendo»

https://adv.diariodelweb.it/video/askanews/2017/02/20170220_video_10232184.mp4

ROMA - "E' mio dovere prendervi pochi minuti per dirvi quanto mi sembra sbagliato e quanto mi angosci quello che sta accadendo e per rivolgere un invito e un appello a compagni e amici con i quali abbiamo vissuto vittorie e sconfitte, perché non si separi la loro strada dalla strada di tutti noi. Delle loro idee, del loro punto di vista, il Pd ha bisogno». Lo ha detto Walter Veltroni, intervenendo all'assemblea del Pd.

"La sinistra quando si è divisa ha fatto male a se' e al Paese"
"La sinistra quando si è divisa ha fatto male a se' e al Paese, questo è stato il demone della sinistra. Il Pd era nato per superare tutto questo». "La sinistra non può permettersi di essere minoranza per scelta, non ne ha diritto, deve conquistare consensi ampi per la forza, la radicalità e la coerenza della sua proposta, e non sarà con la parola d'ordine della rivoluzione socialista che accadrà. Il Pd è nato per fusione, non per separazione" ha aggiunto Veltroni. "Spero che questa bandiera, questo simbolo, non venga ripiegata e messa in soffitta. Del Pd l'Italia e l'Europa hanno un disperato bisogno. State uniti, ne va del futuro della sinistra e dell'Italia".