23 ottobre 2019
Aggiornato 15:00
La critica di Toti alla Giunta Raggi

Raggi, Toti: Roma scuola di vita per il M5s, ma non sulla pelle dei romani

Il governatore della Liguria: con il populismo non si governa la città. Il M5s sta scoprendo che governare è un po' più complesso di come se lo immaginavano e lo descrivevano

GENOVA - Governare Roma per il Movimento 5 Stelle è "una scuola di vita, una scuola di formazione politica che però non deve avvenire sulla pelle dei cittadini». Lo ha detto il governatore della Liguria e consigliere politico di Forza Italia, Giovanni Toti, commentando le difficoltà che sta incontrando il nuovo sindaco di Roma, Virginia Raggi.

"Dalle chiacchiere a un partito vero"
"La Raggi - ha affermato Toti - ha affrontato un impegno amministrativo importante con una qualche inesperienza, dopodiché ha preso i voti dei cittadini romani ed è giusto che ci provi fino in fondo. Mi auguro - ha sottolineato - che sia una scuola di vita per il Movimento 5 Stelle e che passino da tante chiacchiere a volte un po' strampalate a diventare un partito che vuole contribuire a costruire qualcosa nella dialettica politica in questo Paese".

"M5s sta scoprendo che governare non è facile"
"Spero però - ha proseguito il consigliere politico di Forza Italia - che questa scuola di formazione politica non avvenga sulla pelle dei cittadini romani che francamente ne hanno già subite abbastanza». "Il Movimento 5 Stelle - ha concluso Toti - sta scoprendo che governare è un po' più complesso di come se lo immaginavano e lo descrivevano, sta scoprendo che con quattro frasi populiste messe in croce non si governa una città difficile come Roma e non si costruisce un'azione di governo efficace per il Paese".