23 luglio 2019
Aggiornato 02:30
San Giorgio Canavese

Omicidio a San Giorgio Canavese, si costituisce l’uomo che ha sparato

L’uomo, in compagnia del suo avvocato, si è presentato spontaneamente alla caserma dei carabinieri: ha confessato

SAN GIORGIO CANAVESE - Si è costituito ieri sera l’uomo che una settimana esatta fa ha ucciso Laurent Radici. L’uomo, 44 anni, era stato trucidato a colpi di pistola proprio davanti a casa sua, in strada Montalenghe, a San Giorgio Canavese. L’assassino è Giuseppe Laforé, sinto di 25 anni e genero della vittima.

Il movente sentimentale

E’ stato lo stesso assassino a presentarsi nella caserma dei carabinieri Oltredora di Torino in compagnia del suo avvocato per costituirsi. La motivazione? Sentimentale, come si era pensato in un primo momento: «Ostacolava la mia relazione con sua figlia, che avevo messo incinta» ha ammesso il giovane, che si è dichiarato pentito. L’assassino è stato interrogato da Giuseppe Ferrando, procuratore capo di Ivrea.