12 novembre 2019
Aggiornato 21:30
Turismo

Genova, nonostante il crollo di Ponte Morandi crescono i turisti

Sono 1 milione e 900 mila le presenze registrate nei primi 11 mesi dell'anno, circa 100.000 in più rispetto al 2017. Un incremento del 2,88% delle presenze

Piazza De Ferrari a Genova
Piazza De Ferrari a Genova ANSA

GENOVA - Sono 1 milione e 900 mila le presenze registrate nei primi 11 mesi dell'anno nel Comune di Genova, circa 100.000 in più rispetto al 2017. Un incremento del 2,88% delle presenze, e del 4,62% degli arrivi. Cresce il turismo a Genova, nonostante il crollo di ponte Morandi. In particolare nel mese di novembre si è avuto un incremento di oltre il 9%. La stima è fornita dagli assessori regionale e comunale al Turismo, Gianni Berrino e Paola Bordilli.

Toti: Il 2018 si chiuderà in crescita

«È una stima basata sul volo dei gabbiani o su qualche brutto sogno della notte precedente? Io credo che Genova chiuderà in crescita e la Liguria in sostanziale pareggio»: Il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti risponde così, a pochi passi dalla passerella pedonale per Portofino dove si trovava per un sopralluogo, agli albergatori genovesi che hanno lamentato un calo di prenotazioni del 30 per cento a Capodanno. «Il 2018 è un anno in crescita rispetto al 2017 che è stato un anno di straordinaria crescita - ha detto Toti -. Gli investimenti pubblici ci sono stati, eventi promozione e infrastrutture. Ora tocca ai privati rimboccarsi le maniche dimostrare di essere coraggiosi imprenditori in grado di aumentare la qualità dell'offerta come stiamo cercando di fare noi».

Entro il 25 aprile auto a Portofino

Cominceranno il 21 gennaio i lavori di ricostruzione della strada provinciale 227 Santa Margherita Ligure - Portofino crollata tra il 29 e il 30 ottobre scorsi a seguito della mareggiata che ha flagellato mezza Liguria. La conferma arriva dal presidente di Regione Liguria Giovanni Toti che questa mattina, accompagnato dal suo assessore Giacomo Giampedrone, dal consigliere metropolitano Franco Senarega e dai sindaci del territorio, ha effettuato un nuovo sopralluogo. «Il 21 gennaio consegneremo il cantiere all'azienda che avrà fatto la migliore offerta; tre mesi di lavori, se il mare ci lascia lavorare, e prima del ponte del 25 aprile sarà possibile raggiungere il borgo anche in macchina», ha spiegato Toti.