16 dicembre 2018
Aggiornato 04:00

Sampdoria: «Fiducia nel lavoro della magistratura»

La società genovese ha risposto così, con una nota, alle polemiche dopo le accuse rivolte al presidente Massimo Ferrero

Il Presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero
Il Presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero (ANSA)

GENOVA - La Sampdoria «ribadisce la fiducia nel lavoro della magistratura e la serena convinzione di chiarire ogni addebito nelle sedi competenti». La società genovese ha risposto così, con una nota, alle polemiche dopo le accuse rivolte al presidente Massimo Ferrero, indagato dalla procura di Roma per appropriazione indebita, truffa, emissione di fatture false e auto riciclaggio.

DATI DI BILANCIO - La società blucerchiata ha voluto ricordare quanto fatto fino ad ora dalla nuova proprietà. «A partire dalla decisione di non distribuire gli utili degli esercizi di bilancio 2016 e 2017 per patrimonializzare la società stessa». Ha quindi sottolineato che anche l'attuale bilancio sarà chiuso in attivo «il terzo consecutivo», «con un dato differente rispetto ai 5 esercizi della precedente gestione che avevano portato a perdite per oltre 100 milioni di euro». Inoltre vengono ribaditi gli investimenti «per migliorare il centro sportivo di Bogliasco».