15 dicembre 2018
Aggiornato 09:30

Chi sono le 10 vittime del maltempo che sta flagellando l'Italia

Il maltempo che sta flagellando l'Italia da nord a sud ha finora mietuto 10 vittime
I danni causati dal maltempo a La Spezia
I danni causati dal maltempo a La Spezia (ANSA)

ROMA - Il maltempo che sta flagellando l'Italia ha finora mietuto 10 vittime. Due morti nel Frusinate per un albero che cadendo ha colpito l'auto sulla quale viaggiavano, e la stessa dinamica ha causato la morte di altri due uomini a Terracina (Latina). Uno è morto sul colpo e l'altro più tardi in ospedale. A Napoli, a Fuorigrotta, un albero si è abbattuto, uccidendolo, su un 21enne che stava camminando. Sempre sotto un albero caduto ha perso la vita un uomo in Veneto, a Feltre, nel Bellunese. Un'anziana signora è invece morta ad Albisola, nel Savonese, dove una tromba d'aria ha divelto il tetto di un condominio che ha travolto altre strutture e, con esse, la donna.

Altre 4 vittime
Questa mattina si è saputo di un'altra donna a Dimaro, in Val di Sole, dove è esondato il torrente Meladrio, di un velista che era disperso nel mare davanti a Catanzaro e di un Vigile del fuoco volontario travolto da un albero mentre stava effettuando un intervento a San Martino in Badia, in Alto Adige. Infine, l'ultima vittima è un 63enne di San Giovanni in Marignano (Rimini) morto in mare per un incidente durante un'uscita in kitesurf: il vento forte lo avrebbe spinto contro la scogliera di Cattolica.

Il Vigile del Fuoco che tagliava un albero pericolante
Per quanto riguarda il Vigile del fuoco volontario, è morto sul lavoro, mentre tagliava un albero pericolante per il forte vento. Il Dipartimento della Protezione Civile ha espresso il più sentito cordoglio per la sua morte. Nel porgere le più sentite condoglianze ai familiari, il Capo del Dipartimento, Angelo Borrelli, rinnova il ringraziamento per tutte le forze, le organizzazioni e i volontari che con dedizione e impegno stanno operando sui territori colpiti da questa intensa ondata di maltempo.

Lo studente schiacciato da un albero
Il ragazzo che invece ha perso la vita a Fuorigrotta era un 21enne della provincia di Caserta, deceduto dopo essere stato schiacciato da un albero che lo ha colpito mentre transitava per via Clauio. A nulla è valsa la corsa all'ospedale San Paolo. Si chiamava Davide Natale. Il ragazzo, nato a San Nicola la Strada, è stato investito dal grosso albero nei pressi dell'area dell'istituto Motori del Cnr. Il fusto ha abbattuto una cancellata di ferro e lo ha colpito. A nulla sono valsi i tentativi di salvarlo. Dal Comune di Napoli fanno sapere che un tavolo di coordinamento, convocato dal Sindaco, è attivo da ieri ed è presieduto dall'Assessore alla protezione civile Alessandra Clemente. "Sono state impegnate a servizio delle delicate attività di pronto intervento e protezione civile, nonostante la vigenza del codice giallo, livello ordinario di criticità, promulgato dalla sala di controllo della protezione civile regionale, le squadre di protezione civile cittadina, tutti i "pronto interventi stradali" (PIS) delle municipalità, personale delle squadre Asia, 100 agenti di polizia locale, gli automezzi tecnici dell'autoparco comunale e il personale del servizio verde della città", si legge in una nota del comune di Napoli.