20 ottobre 2018
Aggiornato 08:00

Calabria devastata dalle forti piogge: morti mamma e bimbo in auto. Si cerca l'altro piccolo

Sono stati ritrovati dai Vigili del fuoco i corpi della mamma e di uno dei bimbi scomparsi ieri a San Pietro Lametino
I Vigili del Fuoco in azione in Calabria per mettere in salvo con i gommoni alcuni automobilisti rimasti intrappolati nelle loro auto
I Vigili del Fuoco in azione in Calabria per mettere in salvo con i gommoni alcuni automobilisti rimasti intrappolati nelle loro auto (Vigili del Fuoco)

LAMEZIA TERME - Sono stati ritrovati dai Vigili del fuoco i corpi della mamma e di uno dei bimbi scomparsi ieri a San Pietro Lametino, in provincia di Lamezia Terme. Sono ancora in corso le ricerche del secondo bambino di 2 anni. I tre sono scomparsi ieri sera: secondo quanto accertato, si sarebbero trovati in auto durante un fortissimo temporale. La notizia del ritrovamento è stata resa nota dai Vigili del fuoco, che da ieri stavano setacciando la zona. Secondo le testimonianze raccolte, la famiglia si trovava nella zona di San Pietro Lametino, quando è rimasta coinvolta nella violenta pioggia che ha interessato il comprensorio. I bambini di 7 e 2 anni si trovavano in compagnia della madre, Stefania Signore. Il cellulare risultava irraggiungibile. La donna stava rientrando a Gizzeria e la sua ultima telefonata è stata fatta al marito, alle 20,15, per chiedere aiuto, poi più nulla. La sua auto, una Alfa Romeo Mito, aveva le frecce ancora accese ed è stata rinvenuta sul cavalcavia che collega San Pietro Lametino a San Pietro a Maida.

Chiuse strade
Piogge violentissime, acquazzoni, temporali. Sono state chiuse al traffico alcune strade statali della Regione, nelle province di Catanzaro, Vibo Valentia e Reggio Calabria. Lo comunica l’Anas, spiegando che uomini e mezzi sono a lavoro in queste ore per consentire il ripristino della viabilità in piena sicurezza. E c’è stata anche una disavventura per i passeggeri di un volo Milano-Lamezia Terme partito giovedì sera e dirottato a Bari in piena notte a causa del maltempo. L’aereo dopo aver sorvolato la Calabria è stato dirottato verso l’aeroporto di Bari, a causa di un nubifragio che si era abbattuto su Lamezia.

Automobilisti salvati con i gommoni
Pioggia battente per ore, strade diventate corsi d'acqua piene di pietre e fango, fiumi e torrenti ingrossati ovunque, intere zone isolate, automobilisti salvati persino con i gommoni. L'allerta arancione, prevista dalla Protezione civile sulla costa ionica della Calabria, ha invece avvolto durante la notte l'intera regione. Sulla zona tirrenica, la città più colpita in assoluto è Lamezia Terme. Numerosissime le richieste di soccorso pervenute al 115. Circa 200 le unità dei Vigili del fuoco messe in campo, richiamati in servizio persino chi era di riposo. In provincia di Catanzaro è anche esondato il torrente Cantagalli. In alcuni quartieri gli abitanti sono stati costretti a salire ai piani alti delle case o sui tetti si perché l'acqua aveva raggiunto i piani inferiori.