26 giugno 2019
Aggiornato 17:30
Terremoti

Terremoto 4.2 in Calabria, scosse fino a Catania

Alle 7.24 ad una profondità di circa 11 chilometri davanti alla costa della Calabria sud occidentale, ma è stato avvertito anche in Sicilia

L'epicentro del terremoto avvertito in Calabria
L'epicentro del terremoto avvertito in Calabria ( ANSA )

CATANZARO - Scossa di magnitudo 4,2 in Calabria. Il terremoto è stato registrato alle 7,24 nel sud della regione a una profondità di 11 chilometri, in un’area compresa tra Catanzaro, Vibo Valentia e Reggio Calabria. Dalle verifiche effettuate, l’evento – con epicentro localizzato tra i comuni di Palmi, Bagnara Calabra, Seminara e Scilla in provincia di Reggio Calabria – è stato chiaramente avvertito dalla popolazione, ma non sono stati segnalati al momento danni a persone e cose. Molte le segnalazioni via social da parte dei residenti in tutta l'area. Secondo le testimonianze la scossa di terremoto è stata di breve durata ma molto intensa tanto da far tremare anche vetrine e lampadari.

Anche a Catania
Una scossa di terremoto, questa volta di magnitudo 2.8 a una profondità di sei chilometri, è stata avvertita intorno alle 7.47 anche nel Catanese e, in particolare, segnala l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, a tre chilometri a nord ovest di Milo, ai margini del parco dell’Etna. Il terremoto è stato localizzato dalla Sala Operativa Ingv-Oe di Catania.Per questioni di sicurezza è stata bloccato il traffico ferroviario tra Reggio Calabria e Rosarno: in corso i lavori per verificare se ci son stati danni agli impianti. Intanto la Protezione Civile fa sapere che la scossa è stata avvertita dalla popolazione, ma al momento non risultano danni e feriti.