17 giugno 2019
Aggiornato 05:30
Fratelli d'Italia

Giorgia Meloni 'ringrazia' Roberto Fico: «È il solo del governo che accetta il confronto»

Alla presentazione della festa 'Atreju' la presidente dei Fdi attacca le forze di governo. E annuncia la presenza di Steve Bannon, leader di The Movement

ROMA - Il presidente della Camera Roberto Fico «è l'esponente più distante da noi ma è l'unico che ha il coraggio di venirsi a confrontare, ne abbiamo invitati tanti... Di questo lo ringrazio». A sorpresa, nella conferenza stampa alla Camera per presentare la ventunesima edizione della festa del partito, Atreju, in programma all'Isola Tiberina di Roma dal 21 al 23 settembre, la leader di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, ha voluto ringraziare pubblicamente Roberto Fico, in passato definito addirittura 'Boldrino' dalla presidente di Fdi. Ma è un ringraziamente che nasconde una forte polemica con gli attuali 'leader' di governo, che a suo dire hanno rifiutato il confronto.
«Chi è al governo deve avere il coraggio di confrontarsi con gli altri, e del resto storicamente ad Atreju abbiamo dimostrato di avere rispetto di tutti, siamo stati i primi a invitare i nostri diretti avversari», ha aggiunto Meloni ricordando il confronto, qualche anno fa, tra l'allora presidente della Camera Fausto Bertinotti e l'allora leader di An Gianfranco Fini.

Alla fine Martina ci sarà?
Tra gli ospiti di quest'anno c'è anche il segretario del Pd Maurizio Martina che, ha sottolineato Meloni, «spero mantenga l'impegno di partecipare alla manifestazione, malgrado la campagna del Pd destata da un nostro manifesto».  La polemica era nata per via di un'immagine pubblicata sulla pagina facebook di Atreju in cui il deputato Emanuele Fiano (Pd) viene ritratto con la scritta: «Quando scopri che Atreju è alla 21esima edizione e si supera il ventennio». Un'iniziativa alla quale l'esponente Dem aveva replicato tra l'altro che «a 80 anni esatti dalle leggi razziali, si possono ritoccare molte cose con Photoshop. Non si può ritoccare la storia». Meloni ha a sua volta replicato sperando nella partecipazione di Martina alla festa di Fdi ma osservando anche «un approccio un po' ossessivo verso il ritorno del fascismo».

Ad Atreju ci sarà Steve Bannon
Ci sarà Steve Bannon, ex stratega del presidente americano Donald Trump e ora animatore di The Movement, ospite, sabato prossimo alle 18, della ventunesima edizione della festa del movimento giovanile di Fdi, Atreju, che si terrà dal 21 al 23 all'Isola Tiberina, a Roma. «La sua presenza è molto importante, è tra le personalità più interessanti del panorama internazionale. Sarà anche l'occasione per trattare l'adesione di Fratelli d'Italia a The Movement», ha spiegato la leader di Fdi Giorgia Meloni. E non è un caso che l'edizione di quest'anno abbia, come titolo, «Europa contro Europa».

Una battuta sul centrodestra
Inevitabile una battuta sul futuro del centrodestra: «Non si può semplicemente riassemblare, bisogna rifondarlo e noi siamo gli unici che non hanno partecipato a scappatelle, nè accordi con il Movimento cinque stelle nè con il Pd, siamo sempre rimasti dove eravamo». Ma, a breve, i tre leader - Giorgia Meloni, Matteo Salvini e Silvo Berlusconi, si vedranno «per parlare di elezioni regionali e di amministrative» e anche del «nodo Rai».