16 ottobre 2019
Aggiornato 02:00
Genova

Mercati e fruttivendoli, sacchetti fuori norma: non sono Bio!

Le indagini del Codacons rivelano la presenza del 75% di sacchetti bio fuori norma nella città. In alcuni casi i sacchetti di plastica comune vengono spacciati per compostabili

Sacchetti bio
Sacchetti bio ANSA

GENOVA - Sacchetti bio fuori norma nel 75% dei banchi di mercato a Genova. Lo ha scoperto tramite un' indagine sul campo il Codacons, l'associazione dei consumatori, che adesso presenterà un esposto in procura. Anche il 71% degli shopper usati nelle frutterie del capoluogo ligure è fuori norma in base a quanto previsto dal decreto Mezzogiorno in vigore dal primo gennaio.

NEI MERCATI E FRUTTERIE - Dall'indagine è emerso che la maggior parte dei negozi di strada e dei mercati non si è ancora adeguata alla legge. Nello specifico, a Genova la percentuale più alta di irregolarità si riscontra nei mercati locali, con il 75% dei banchi con sacchetti di plastica non biodegradabile (contro una media nazionale del 72,1%); nelle frutterie la percentuale di irregolarità scende al 71% (67% la media nazionale).

SPACCIATI PER BIO - Proseguento con gli accertamenti è anche emerso che, in alcuni casi, i sacchetti incriminati vengono spacciati per compostabili nonstante siano di ben altra famiglia; di plastica comune (11% dei banchi e nel 13% delle frutterie). Con questi risultati il Codacons chiederà il sequestro dei sacchetti non a norma e predisporrà i controlli necessari per identificare i protagonisti dell'illegittimità