7 dicembre 2019
Aggiornato 23:30
Genova

Velisti dispersi, tocca alla Marina cercare la Bright!

La moglie di Aldo Revello è certa che lui e l'amico Antonio siano ancora lì ad aspettare. La nave della Marina Militare, "Alpino", oggi e domani sarà impegnata a cercare l'imbarcazione e il suo equipaggio

La ricerca di Aldo Revello e Antonio Voinea continua
La ricerca di Aldo Revello e Antonio Voinea continua ANSA

GENOVA - La nave "Alpino" della Marina Militare farà il 7 e 8 maggio, nell'ambito di un transito programmato in quelle acque, un'ulteriore ricerca con impiego di elicottero di bordo in relazione al naufragio dell'imbarcazione Bright, presumibilmente avvenuto il 2 maggio a 300 miglia a oriente delle Isole Azzorre. Lo comunica la Marina spiegando che «il Portogallo è informato che la nostra iniziativa é su base di non interferenza ma mirata a ottimizzare l'intervento dato il transito della nostra unità».

LA MOGLIE DI FERRO - «Oltre alla nave Alpino della Marina Militare c'è anche una nave militare portoghese che sarà di supporto. Questo mi fa ben sperare che le ricerche possano riprendere anche da parte del Portogallo». Rosa Cilano, la moglie del velista disperso in Atlantico Aldo Revello, ha avuto questa informazione nella notte nell'ultima telefonata con la Farnesina. «Sappiamo che Alpino sarà nella zona per due giorni, ma meglio di nulla. Speriamo che nei prossimi giorni qualcosa si possa sbloccare» è la speranza della donna, ferma nella convinzione di non mollare. «Abbiamo fornito dettagli tecnici alle autorità portoghesi sulla Bright (la barca a vela su cui era imbarcato Revello insieme all'amico skipper Antonio Voinea ndr). Io continuerò a fare quanto possibile per tenere alta l'attenzione, per Aldo e Antonio».

SOSPENSIONE DELLE RICERCHE - Sabato erano state sospese le ricerche dei due velisti, Aldo Revello e Antonio Voinea, dispersi da 2 maggio nell'oceano Atlantico. La notizia è stata confermata dal consolato italiano e dalla Farnesina alla moglie di Revello, Rosa Cilano. «Hanno bloccato le ricerche perché siamo oltre il tempo massimo previsto dal protocollo» conferma la donna, che ha incontrato a casa la stampa per lanciare un nuovo appello. «Devo rimanere lucida, devo farlo perché sono certa che Aldo e Antonio siano ancora là ad aspettare», ha detto.

DOPO I 3 GIORNI - «Ci sono infiniti casi di persone che sono sopravvissute su una zattera anche oltre 70 giorni. Faccio appello al Governo e al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella perché facciano pressioni sulle autorità portoghesi per continuare a cercare Aldo e Antonio", queste le parole di Rosa Cilano la sospensione delle ricerche, passati i 3 giorni di protocollo. Ci sono «al nostro fianco velisti esperti come Giovanni Soldini e altri che sostengono che potrebbero trovarsi su una zattera anche in una zona diversa, portati dalle correnti».

"LE BAMBINE LO ASPETTANO" - La zattera del Bright, la barca a vela con la quale i due skipper stavano rientrando in Italia dai Caraibi, ha «ami per pescare e dà la possibilità di sopravvivere a 10 persone. Continuate le ricerche, l'Italia ci aiuti. Ci sono una bimba di 4 anni e una ragazza di 17 (le due figlie di Aldo Revello, ndr) che stanno aspettando il papà", aveva continuato Rosa. Ora, dopo la notizia delle ricerche da parte della Marina, l'attesa continua.