6 dicembre 2019
Aggiornato 15:31

Governo, Boccia: Pd faccia partire legislatura con M5s su 3-4 punti

Il deputato Pd Francesco Boccia è tra i dem che sostengono apertamente l'ipotesi di un appoggio da sinistra al Movimento Cinque Stelle

Francesco Boccia.
Francesco Boccia. ANSA

ROMA - «Il gruppo dirigente, che è stato maggioranza in questi anni, per il momento non ha avuto il coraggio e la forza per dire una cosa diversa da 'vediamo cosa fanno gli altri». Francesco Boccia, deputato Pd, ai microfoni di '6 su Radio 1' parla di come i Dem stanno affrontando le consultazioni al Quirinale per la formazione di un nuovo governo e, sul percorso che il Pd intraprenderà per individuare un nuovo Segretario, aggiunge: «Il 21 aprile è prevista un'assemblea che dovrà decidere se ci sarà un reggente, quanto durerà, quando faremo un congresso aperto».

Pd appoggi M5s
Per Boccia, «la candidatura di Martina a segretario del partito è una candidatura autorevole ma non escludo che in assemblea possano esserci altre candidature. Fronte democratico, l'associazione cui faccio riferimento io con Michele Emiliano, se non capirà con chiarezza la linea politica del Pd potrebbe proporre una propria candidatura. Io non mi candido perché è la candidatura all'Assemblea, credo però che entro un anno il Pd abbia bisogno di un Segretario eletto con le primarie». Sulla possibilità che il Pd appoggi un governo a guida M5S, Boccia conclude: «Una cosa è prendere atto che la legislatura rischia di non partire perché nessuno dei tre poli ha i numeri per governare e se è così, uno dei tre, dovrà decidere se fare uno sforzo in più. Condividendo alcuni punti con il M5S, il Pd potrebbe dire 'accendiamo i motori di questa legislatura' su quei 3/4 punti sui quali, anche nella scorsa legislatura, il Pd ha portato sulle proprie posizioni anche il M5s».