19 gennaio 2020
Aggiornato 20:00
Centrodestra

Centrodestra, Salvini: Governo anche con M5S. Berlusconi: Lega-M5S? Un ircocervo

Governo con M5s, Sud, centrodestra, rapporti con Berlusconi: Matteo Salvini a tutto campo

Silvio Berlusconi e Matteo Salvini
Silvio Berlusconi e Matteo Salvini ANSA

ROMA - «Al governo anche con M5s. Ricucire l'Italia, partendo dal Sud». Matteo Salvini scioglie le riserve, ed esplicita quello che molti si aspettavano sarebbe stata la sua strategia per formare un governo, ribadendo però che «il premier spetta al centrodestra» e che il «centrodestra è compatto e resterà compatto anche in seguito... Ad aprile, ci sono altre due prove elettorali, in regioni importanti come il Friuli e il Molise, e la nostra coalizione vincerà di nuovo».

Partire dal centrodestra e allargare
Al Colle, spiega Salvini, proporrà uno schema che «parte dal programma del centrodestra, ma non potendo governare da soli, perché al momento non abbiamo numeri sufficienti, siamo disposti ad ampliare e a modificare il nostro programma, tutelandone la coerenza. Non sono uno che s'impunta». «Bisogna mettersi al tavolo con tutti, e certamente anche con M5s» ribadisce ma «l'importante è che non sia un governo di tutti per non cambiare niente». Con Di Maio, spiega, «abbiamo lavorato insieme, perché venissero eletti alle presidenze» Casellati e Fico ma , «quella del governo è un'altra partita», «non abbiamo mai parlato di governo, e adesso cominceremo a farlo». L'Italia va ricucita e «la Lega sta lavorando a questa ricucitura, fin dal momento in cui sono diventato segretario. Nel centrodestra, il partito più votato a Roma e nel centro Italia è il nostro. E questo è indicativo di un messaggio che è stato capito. E' fatto di autonomie e federalismo, con un ruolo forte per Roma». Per il Sud, conclude, «non servono regalie ma garanzie che permettono di rientrare nel mondo del lavoro. Più assistenza, ben finalizzata, occorre nel Mezzogiorno e non assistenzialismo».

Salvini: Berlusconi? Ribadiamo stima e rispetto
Quanto alla frattura - consumatasi venerdì sera sul nome del presidente del Senato e poi ricompostasi - con Silvio Berlusconi, Salvini smentisce categoricamente i rumours che riferiscono di presunti inviti del leghista all'azzurro di fare un passo indietro in Forza Italia nominando un suo reggente. «Ribadiamo stima e rispetto nei confronti di Berlusconi che è legittimato a fare le scelte politiche che ritiene più opportune». Così una nota dell'ufficio stampa della Lega.

Berlusconi: Lega-M5s? Un ircocervo
Dal canto suo, Berlusconi ribadisce che Matteo Salvini «ha il diritto e il dovere di provare a formare un nuovo governo». «Non ho mai avuto motivo per non fidarmi (di Salvini, ndr) - aggiunge -. Mi ha sempre detto lealmente quello che intendeva fare. Quando non l'ho condiviso ne abbiamo discusso e abbiamo trovato insieme la soluzione migliore». Salvini e Di Maio posson governare da soli? «Sarebbe un ircocervo - sottolinea Berlusconi - l'animale mitologico spesso citato dai filosofi antichi come esempio di assurdità perchè in esso convivono caratteri opposti e inconciliabili. E poi perchè Salvini dovrebbe fare il socio di minoranza di un governo Cinquestelle? Non credo che l'elettorato di centrodestra lo perdonerebbe»«Il partito unico non è nei nostri progetti e neppure che io sappia in quelli di Salvini, Matteo è un leader pragmatico e intelligente: sa benissimo che il centrodestra non vince senza una forte componente moderata», conclude.