17 ottobre 2019
Aggiornato 07:00
Maltempo

Neve a Roma, città nel caos. Codacons: ancora una volta Capitale paralizzata

Il Codacons sottolinea i gravi disagi nei trasporti della Capitale a causa dell'ondata di gelo e di neve

Neve a Roma
Neve a Roma ANSA

ROMA - «Ancora una volta Roma si è fatta trovare del tutto impreparata alla neve e i cittadini stanno subendo in queste ore disagi enormi specie sul fronte dei trasporti». Lo denuncia il Codacons, che parla di "Capitale paralizzata" e punta il dito sulla carenza di bus e sulle difficoltà negli spostamenti. «Non è possibile che nel 2018 una metropoli si fermi per una nevicata, tra l'altro ampiamente prevista da diversi giorni - attacca il presidente Carlo Rienzi - La scorsa settimana avevamo invitato il Comune ad attivarsi per garantire i trasporti pubblici e la praticabilità delle strade in caso di neve, ma nulla di tutto ciò è avvenuto. Al contrario si registra una fortissima riduzione degli autobus in circolazione, dovuta al fatto che possono circolare solo i mezzi dotati di gomme termiche, e il caos più totale sulle strade con ripercussioni dirette per i cittadini, impossibilitati a spostarsi e a raggiungere i luoghi di lavoro».

Istanza d'accesso
«Vogliamo sapere quante gomme termiche sono in dotazione dell'Atac per i bus circolanti a Roma e quanti mezzi siano effettivamente usciti dalle rimesse rispetto a quelli annunciati dall'azienda - prosegue Rienzi - In tale senso presenteremo una formale istanza d'accesso al Comune e all'Atac e, in caso di omissioni, ci rivolgeremo alla Procura»«Roma si conferma purtroppo una città del tutto incapace di affrontare condizioni meteo avverse, e su tale fronte si può senza dubbio affermare che la capitale è la peggiore città d'Europa dove vivere in caso di neve, perché non può garantire la continuità dei servizi ai cittadini», conclude il Codacons.

La nota del Campidoglio
A Roma «è proseguito tutta la notte il lavoro per rafforzare il sistema dell'accoglienza già operativo tutto l'anno per le persone senza dimora e in condizione di fragilità, alla luce dell'abbassamento delle temperature e della nevicata che sta interessando Roma. Soltanto nel corso di questa notte 137 persone senza dimora e in condizione di fragilità sono state tolte dalla strada grazie al lavoro della Sala Operativa Sociale e portate presso le strutture allestite da Roma Capitale in sinergia con le associazioni». Lo fa sapere in una nota il Campidoglio.

Dispositivo
Il dispositivo messo in campo in questi giorni garantisce 400 posti aggiuntivi per l'accoglienza delle persone senza dimora e in condizione di fragilità. Si tratta di interventi predisposti per fronteggiare eventuali criticità climatiche e che si sommano al sistema ordinario attivo tutto l'anno (oltre mille posti al giorno) e al Piano Freddo avviato il 1 dicembre (381 posti notturni e 246 diurni).

Accoglienza senza tetto
Sono state attivate, tramite un accordo tra Roma Capitale e Ferrovie dello Stato, due strutture per assicurare una posto al caldo dove pernottare, da 30 posti ciascuna, presso la stazione Termini e la stazione Tiburtina. Ulteriori 130 posti vengono inoltre garantiti grazie a due nuove strutture allestite nel Municipio IV (100 posti) e Municipio XIV (30 posti). Per la prima volta Roma Capitale garantisce l'accoglienza e assistenza veterinaria a persone senza dimora con cani. La Sala Operativa Sociale organizza navette, con partenza dalla Protezione Civile in Largo di Porta Metronia per le persone con necessità cliniche, sanitarie e sociali. L'Assessorato alla Persona, Scuola e Comunità Solidale e Atac hanno organizzato l'apertura straordinaria di alcune stazioni della metropolitana: Vittorio Emanuele e Flaminio (Linea A); Piramide (Linea B ) Apertura straordinaria anche per la Stazione Stella Polare (Ferrovia Roma Lido). Sono in corso ricognizioni per garantire ulteriori posti con l'accoglienza presso impianti sportivi, spazi delle biblioteche e altre strutture sui territori. Nel complesso la cabina di regia è affidata alla Sala Operativa Sociale che raccoglie le segnalazioni inviate al numero verde 800440022 e che assicura azioni di monitoraggio con le Unità di Strada. «Ringraziamo tutte le operatrici e gli operatori in campo in questi giorni e tutte le realtà che si stanno impegnando, come Ferrovie dello Stato, Atac e Ama, per il supporto e per il contributo fondamentale. Preso atto delle previsioni fornite dalla Protezione Civile regionale, che confermano i rischi di neve e forti gelate, ieri pomeriggio abbiamo firmato un'ordinanza sindacale che ha disposto la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, compresi gli asili nido, sul territorio di Roma per lunedì 26 febbraio», conclude il Campidoglio.

Pattuglie
Per la notte tra domenica e lunedì il Comando Generale della Polizia Locale di Roma ha messo in campo 40 pattuglie per un totale di 100 agenti, che hanno fornito assistenza ai mezzi della Protezione Civile e di emergenza, oltre che alla cittadinanza. Dalle 7 di questa mattina sono in servizio 223 pattuglie composte da oltre 500 uomini, numero destinato a crescere in quanto il Comandante Generale ha disposto il numero massimo di agenti sul territorio. Il personale è coordinato dalla Centrale Operativa Lupa e dal COC, Centro Operativo Comunale.

Disagi sulle ferrovie
A causa delle precipitazioni nevose che stanno bloccando alcuni scambi, la circolazione ferroviaria è ancora fortemente rallentata nel nodo di Roma. Fs fa sapere che alle ore 9.30 si registrano ritardi medi di 120 minuti. I treni alta velocità provenienti da Nord e in proseguimento su Napoli fermano nella stazione di Roma Tiburtina e non a Roma Termini. Sono sospesi i collegamenti no stop del Leonardo Express tra Roma Termini e l'Aeroporto di Fiumicino. Il traffico è fortemente rallentato anche su tutte le linee del Lazio che afferiscono alla Capitale. Sul resto della rete nazionale il traffico non registra particolari criticità ma l'attenzione rimane alta a causa delle temperature particolarmente rigide. L'offerta di servizi ferroviari potrà subire ulteriori modifiche e riduzioni, restano attivi i piani neve e gelo di RFI e Trenitalia. RFI è impegnata con le proprie squadre tecniche su tutto il territorio nazionale per fronteggiare l'emergenza, presidiando i punti nevralgici della rete e intervento anche con l'ausilio delle ditte appaltatrici. Trenitalia ha potenziato i servizi di assistenza ai clienti e sta riprogrammando, laddove necessario, i servizi di trasporto con riduzione progressiva dei treni. Il Gruppo FS Italiane invita i viaggiatori ad informarsi sulla situazione traffico ferroviario prima di mettersi in viaggio, anche attraverso i canali di informazione del Gruppo FS Italiane: FSnews.it e su Twitter l'account @FSnews_it.

Disagio trasporti
A Roma prevedibili forti disagi per il trasporto pubblico di superficie (bus e tram) a causa della nevicata che sta interessando la città dalla scorsa notte. Regolarmente funzionanti, invece, tutte le metropolitane. Il servizio bus Atac è stato sospeso intorno alle 6.30, poi è stato gradualmente riattivato intorno alle 7.30 con ritardi e forti limitazioni di percorso. Al momento Atac fa sapere che sono in corso di attivazione le linee 01-04-04 barrato-05 barrato-06-016-20 express-23-30 express-31-33-38-40 express-46 barrato-50-51-64-69-80-85-86-90 express-92-98-105-160-163-170-200-201-211-223-228-246-309-336-341- 360-409-451-492-500-504-507-508-542-551-556-558-628-664-700-705-71 4-719-722-723-780-791-881-904-905-913-980-990. Per la rete di RomaTpl sono in circolazione con forti ritardi le linee 022-040-041-044-053-218-314-343-447-552-789-702-767-777-771-035-03 6-546-998.

Per quanto riguarda i tram, la linea 2 è sospesa a causa del guasto di un tram in viale Tiziano; la linea 3 è sospesa nella tratta Porta Maggiore-Piramide per la caduta di un ramo sulla rete aerea al Parco del Celio ed è attiva tra Porta Maggiore e Valle Giulia e tra la stazione Trastevere e Piramide; la linea 8 è attiva; la linea 14 è sospesa tra Porta Maggiore e Togliatti a causa della caduta di un ramo sulla rete elettrica in via Prenestina; la linea 19 è sospesa tra Porta Maggiore e Gerano a causa della caduta di un ramo sulla rete elettrica in via Prenestina.

Problemi, infine, anche sulle ferrovie regionali: Atac segnala ritardi sulla Roma-Centocelle, mentre per la Roma-Viterbo la linea urbana è attiva con riduzione di corse e la extraurbana è sospesa.