20 gennaio 2020
Aggiornato 18:30
Centrosinistra

Lorenzin: «Larghe intese meglio di allenza Salvini-Di Maio»

Il ministro della Salute: «Ho il terrore che le riforme messe in campo vengano distrutte. Civica Popolare è l`alternativa della ragione, del buon senso»

MILANO - «Volevo che la mia presenza a Milano fosse un chiaro no alle posizioni antiscientifiche irrazionali e anacronistiche alla Lega di Salvini. Civica Popolare è l'alternativa della ragione, del buon senso e un'alternativa pro-scienza a Movimento 5 Stelle e Lega». Beatrice Lorenzin, ministro della Sanità, ha presentato così la sua candidatura alla Camera come capolista a Milano per Civica Popolare.

Ho il terrore che le riforme messe in campo vengano distrutte
«Ho il terrore - ha detto Lorenzin spiegando i motivi della sua candidatura in conferenza stampa al Centro svizzero di Milano - che le riforme messe in campo vengano distrutte: ci ho messo 5 anni a ristrutturare il sistema sanitario nazionale ma bastano 2 mesi per demolirle. Ho fatto - ha rivendicato - scelte che guardavano a principi di eccellenza ma anche di equità e giustizia, che potrebbero essere messe a repentaglio da politiche scellerate». «La nostra - ha proseguito - è una forza pro scienza del nostro Paese, e che fa del metodo scientifico un metodo oggettivo di valutazione, per fare scelte razionali e ragionevoli. In questa prospettiva nasce civica popolare, che vuole rappresentare le forze della ragionevolezza e del buon senso».