21 novembre 2019
Aggiornato 02:30

Renzi: «Flat tax aiuta i milionari come Berlusconi e Grillo»

Il Segretario del PD: «Promessa irrealizzabile, costa 25 volte l'abolizione dell'Imu sulla prima casa» La replica di Brunetta: «Flat tax farà emergere sommerso»

Beppe Grillo, Silvio Berlusconi e Matteo Renzi
Beppe Grillo, Silvio Berlusconi e Matteo Renzi ANSA

ROMA - «Sorprende che sia convincente la flat tax visto che l'avevano proposta tutte le volte che si sono candidati e non l'hanno fatta perchè è irrealizzabile economicamente e costa 25 volte quello che costa l'abolizione dell'Imu a tutti sulla prima casa». Lo ha detto il segretario del Pd Matteo Renzi a L'intervista di Maria Latella su Sky Tg24 Hd a proposito della proposta di flat tax lanciata dal centrodestra.
«Berlusconi immagina di trovare i soldi per la flat tax eliminando gli investimenti e le deducibilità e detrazioni fiscali. Chi sta meglio ha tutto l'interesse ad avere la flat tax, i milionari come Berlusconi e Grillo risparmieranno sulle tasse ma ai metalmeccanici toglieranno anche le 80 euro», ha concluso Renzi.

Brunetta: flat tax farà emergere sommerso
Il merito alla flat tax «il presidente Berlusconi parla del 23%. È un livello di buon senso e partiremo già dal primo anno di governo. Abbiamo tutte le coperture necessarie, trovando le risorse nelle tax expanditures (gli attuali sconti fiscali), che ammontano a 175 miliardi. Con la flat tax emergerà una grande quantità di economia sommersa e verranno rilanciati gli investimenti e i consumi. Pagare meno per pagare tutti». Lo ha affermato Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, a «Il Mattino».

Chiusura di tutto il contenzioso tributario
Garantita la progressività, «portando la no tax area da 8 a 12mila euro e con deduzioni e detrazioni per i redditi medio-bassi. Grazie a questa riforma la dichiarazione dei redditi passerà da 16 a una pagina sola», ha proseguito.
Prevista poi la «chiusura di tutto il contenzioso tributario». Al riguardo ha aggiunto: «Quando c'è un cambio di regime, - ha affermato Brunetta - va rivisto anche il contenzioso. Ci sono milioni di contestazioni, cause, processi in atto che non sono stati superati dalle rottamazioni fatte dal centrosinistra: noi puntiamo al loro azzeramento, dietro il pagamento concordato di un'oblazione. Per questo processo occorreranno circa 3 anni, ma ci farà incassare almeno 10 miliardi di euro l'anno».