10 dicembre 2019
Aggiornato 01:00

Per Di Maio Salvini rinnega l'abolizione della Fornero (e copia altre due proposte della Lega)

Il candidato premier del M5s: il segretario della Lega «si è venduto per qualche poltrona. Noi aboliremo spesometro e gli studi di settore»

MILANO - Tra le leggi da abolire «c'è sicuramente la legge Fornero. E abbiamo visto come Salvini si sia venduto per qualche poltrona e rinneghi l'abolizione della legge Fornero». Lo ha detto il candidato premier del Movimento 5 Stelle Luidi di Maio a margine di un incontro elettorale a Palazzo delle Stelline a Milano. «Sono contento che qualcun altro stia parlando di leggi da abolire, se Berlusconi ha qualche altra proposta può partecipare a leggidaabolire.it», ha aggiunto.

Abolire 400 idee
«Oggi lanciamo un progetto di abolizione di 400 leggi sul sito 'leggidaabolire.it' e vogliamo partire dall'abolizione della norma che istituisce lo spesometro, gli studi di settore e gli split payment» ha detto il candidato premier del Movimento 5 Stelle. «Quelle non sono leggi che hanno contrastato l'evasione - ha affermato Di Maio - ma che hanno reso un inferno la vita di chi pagava sempre le tasse. Il nostro obiettivo è di lasciare in pace le imprese e i cittadini per vivere serenamente. Per contrastare l'evasione e aumentare il gettito bisogna semplificare. Per noi - ha proseguito - l'Italia è un Paese ostaggio delle leggi. Se ne fanno troppe e lo Stato continuamente inserisce nuovi adempimenti che rendono un inferno la vita delle persone, delle imprese e dei professionisti»