14 dicembre 2019
Aggiornato 19:30
Terremoto centro Italia

Il sindaco di Amatrice all'attacco sugli sms solidali: qui mai arrivato un euro

La Procura di Rieti, secondo quanto riferisce oggi Fatto Quotidiano ha avviato un'inchiesta sulla destinazione degli oltre 33 mln di euro raccolti

ROMA - La Procura di Rieti, secondo quanto riferisce oggi Fatto Quotidiano, nei prossimi giorni ascolterà il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, nell'ambito di una inchiesta avviata sulla destinazione degli oltre 33 mln di euro raccolti con gli sms di solidarietà per i terremotati del centro Italia. Dell'atto di accusa arrivato ieri da Pirozzi riferisce oggi in prima pagina anche il Giornale.

Il Fatto cita quanto ha affermato, ieri, il sindaco di Amatrice dal palco di Atreju, la festa di Fratelli d'Italia, proprio in merito alla mancata destinazione dei fondi sms di solidarietà «alle persone e a quei paesi devastati». In particolare si fa riferimento a interventi «estranei alle aree pertinenti», come, ad esempio, «una pista ciclabile in un paese delle Marche non colpito dalle scosse», una delle opere inizialmente proposte dalla Regione Marche.