25 giugno 2021
Aggiornato 03:00
I sindacati annunciano lo sciopero

Ericsson, 67 licenziati per mail. 4 a Genova

La denuncia del consigliere regionale ligure Gianni Pastorino: «Questi sono licenziamenti operativi, tanto è vero che il badge di entrata è già stato disattivato».

GENOVA - Nuovi licenziamenti eseguiti dalla multinazionale Ericsson tramite mail. Ieri sera «Ericsson ha nuovamente notificato tramite mail altri licenziamenti, esattamente 67 in tutta Italia, tra cui 4 a Genova» ha denunciato oggi il consigliere regionale ligure Gianni Pastorino (Rete a Sinistra) spiegando che «questi sono licenziamenti operativi da oggi, tanto è vero che il badge di entrata è già stato disattivato».
«Suonano tragiche in questo senso le parole di resa del ministro Poletti di questi giorni, in cui di fatto si afferma non solo l'impossibilità di fermare i licenziamenti dell'azienda, ma anche una certa docilità del Governo nei rapporti con la multinazionale svedese» denuncia Pastorino.

IPOTESI SCIOPERI - La Rsu di Ericsson ha indetto per lunedì 18 settembre uno sciopero e un'assemblea a partire dalle 8 del mattino, convocando i lavoratori davanti alla sede di Erzelli per protestare contro i 67 nuovi licenziamenti. Slc Cgil ha chiesto un incontro alla Regione Liguria affinché si proceda urgentemente con la convocazione del tavolo con istituzioni locali e Confindustria per affrontare la vertenza e l'emergenza occupazionale dopo l'annuncio da parte di Ericsson di nuovi licenziamenti.