27 febbraio 2020
Aggiornato 22:00
Emergenza clandestini

Boldrini: «La politica austriaca delle minacce è deprimente»

La presidente della Camera: «Nel 2030 la Nigeria sarà un paese più popoloso degli Usa. Noi pensiamo di risolvere il problema così? E' quanto meno miope»

Roma, 18 lug. - «Ho già sentito questa minaccia e non è seguito nulla. La politica non si porta avanti con le minacce, la questione non si risolve con le chiusure o con i militari. E' deprimente». Lo afferma la presidente della Camera Laura Boldrini rispondendo, durante la cerimonia del Ventaglio, alla minaccia dell'Austria di chiudere la frontiera al Brennero.

«Nel 2030 - aggiunge la Nigeria sarà un paese più popoloso degli Usa. Noi pensiamo di risolvere il problema così? E' quanto meno miope. Queste misure accendono solo la paura, alzano l'asticella della disumanità e non risolvono nulla, aumentano solo la tensione sociale e il conflitto. Chiudere le frontiere, interdire i porti, fare lo sbarramento nelle acque territoriali libiche: tutto questo è contrario al diritto internazionale».