17 febbraio 2020
Aggiornato 15:30
Temporale Ravenna

Ravenna, violento temporale e grandine: vento a oltre 100 km/h

Un violentissimo temporale ha colpito la città di Ravenna nella giornata di ieri. Il forte vento ha scoperchiato tetti e abbattuto alberi. Bloccate vie stazione ferroviaria.

Il maltempo che ha colpito la città di Torino nei giorni scorsi
Il maltempo che ha colpito la città di Torino nei giorni scorsi ANSA

RAVENNA - Sono stati almeno venti minuti di inferno quelli che si sono verificati ieri a Ravenna a causa di un violento temporale. Abitanti e turisti spaventati per quello che si stava materializzato davanti ai loro occhi: alberi caduti, tetti scoperchiati e gravi danni ad auto e persone. Non è la prima volta che accade nella nostra penisola ma quest’anno il maltempo sembra aver risparmiato davvero poche città. La colpa? È dell’eccesso di calore. Con temperature da record per il mese di giugno.
Le condizioni metereologiche avverse sembrano essere iniziate, alcuni giorni fa, in Toscana per poi dirigersi nell’Appennino e arrivare in Emilia Romagna. Ma il meglio di sé pare averlo dato proprio nella città di Ravenna. Il problema sembra essere dovuto dal fatto che nei paesi adiacenti si era già scatenato un temporale intorno alle 13. Inutile dire che turisti e abitanti della zona avevano cantato vittoria, pensando di essere stati risparmiati dal maltempo. Nelle ore successive, però, il secondo temporale ha trovato terreno fertile a Ravenna in cui era ancora presente aria calda in grandi quantità.

È il vento ad aver fatto più danni
Alla grandine i cittadini di Ravenna sono abituati, ma a raffiche di vento così forti, per fortuna no. Sul resto del Carlino si legge che «Alcune stazioni meteo di Ravenna hanno segnalato raffiche superiori ai 100 km orari. Velocità di questo tipo fanno cadere alberi e provocano danni alle infrastrutture. Sono stati 20 minuti molto intensi».

Vie bloccate
Il violento nubrifagio sembra aver bloccato diverse vie della Città. In particolare la viabilità su Viale Randi sembra essere stata ridotta a causa del crollo di un albero. Evento per cui sono dovuti intervenire sia Carabinieri che Vigili del fuoco e il personale del Comune. In via Trieste, invece, due auto sono state schiacciate completamente da un container che è letteralmente volato da un cantiere. Per fortuna le macchine erano in sosta, quindi dentro l’abitacolo non c’era nessuno.  Problemi anche alle stazioni: sono molti i treni cancellati, in particolare quelli che seguono la tratta Rimini-Ravenna.

Downburst
Danni di questo genere, secondo gli esperti, sembrano essere dovuti a un fenomeno denominato downburst – o scoppio di vento. In pratica la pioggia trascina l’aria fredda verso il basso dando origine a raffiche di vento velocissime. E, purtroppo, si sa che quando le giornate sono molto calde prima o poi la si paga molto cara.  Ma il peggio, secondo gli esperti, sembra essere passato. «Non possiamo dire che non si siano mai verificati episodi analoghi – si legge su Il Resto del Carlino -  Il 29 giugno 1986, esattamente 31 anni fa, sulla Romagna si abbatté una tempesta molto più violenta di questa con 30/40 centimetri di grandine, raffiche di vento e bombe d’acqua. Ci furono anche due vittime, al confine con il Bolognese».

Migliorata la situazione
Secondo quanto dichiarato dall’ANSA la situazione a Ravenna sembra essere migliorata proprio in queste ore. Al momento si registrano una ventina di feriti lievi. Solo nel Ferrarese è stato ricoverato un ciclista in gravi condizioni dopo essere stato colpito da un albero. Durante la notte è stata riaperta la statale 16, ma ci sono ancora serie difficoltà nella Romea. I danni, infatti, si estendono per oltre tre chilometri. I collegamenti ferroviari, invece, sono stati ripristinati.