24 settembre 2020
Aggiornato 23:30
Storie incredibili

Compra la casa di un disabile all’asta e poi gliela restituisce: «Puoi viverci per sempre senza pagare una lira»

Un misterioso benefattore acquista la casa di un uomo disabile che si è visto costretto a venderla per poter sopravvivere. Subito dopo gliela regala: potrà viverci tutta la vita

LIVORNO - Non sappia la tua mano sinistra ciò che fa la tua destra. È questa la frase biblica, presa totalmente in parola, da un misterioso benefattore Livornese. Recandosi a un’asta ha scelto, infatti, di acquistare la casa di un disabile. Inaspettatamente, però, glie l’ha restituita subito. «Puoi viverci per sempre senza pagare una lira», si è sentito dire, incredulo, il venditore dell’immobile. Non si tratta, perciò, di una delle tante operazioni di marketing tipiche delle persone famose che ogni volta che fanno beneficienza ne hanno un ritorno in termini di visibilità. Stiamo parlando di una persona dal cuore d’oro che ha scelto di condividere parte dei suoi beni con un perfetto sconosciuto. «il bene si fa senza pubblicità», ha dichiarato il benefattore. Come si potrebbe definire un uomo che acquista la casa di uno sconosciuto per poi regalargliela? Un angelo forse? Quello che è certo è che il disabile mai potrà dimenticare un gesto così nobile e raro ai giorni nostri. Il benefattore ha ribadito che quando si fa del bene, non c’è bisogno di farlo sapere in giro. «Quando si fa del bene lo si fa e basta: senza pubblicità, senza altri fini, come un imperativo categorico». Eppure la notizia si è diffusa a macchia d’olio e tutti, nel paese, sono venuti a conoscenza del nobile gesto.

L’articolo sul Corriere
Se ne è parlato più approfonditamente della vicenda sul Corriere.it, che ha ribattezzato il misterioso benefattore con il nome di mister x. A quanto pare, un uomo di 46 anni, con il 75% di disabilità, si è visto costretto a vendere la sua casa per poter sopravvivere. Va da sé che con una pensione di 275 euro al mese era praticamente impossibile fronteggiare alle spese quotidiane. Il misterioso benefattore, una volta venuto  a conoscenza del fatto, ha deciso di mettersi in contatto con il sindaco di Livorno che, successivamente, ha fatto da intermediario tra i due.

Pignoramento dell’immobile
Ci sono alcune vicende che hanno dell’incredibile. E non stiamo parlando solo del buon cuore di Mister X, bensì di come non siano (quasi mai) tutelati gli interessi dei cittadini italiani. Ci si prende, a volte, più cura dei migranti che non di Italiani che hanno esigenze reali. Il disabile, infatti, aveva da poco perso il lavoro e non riusciva a pagare il mutuo. Il suo immobile stava per essere pignorato e, forse a causa dello stress, è stato colpito da un ictus. Visto che la burocrazia italiana – e soprattutto le banche – hanno serie manchevolezze, ci ha dovuto pensare uno sconosciuto ad aiutare il pover’uomo. Ed è così che ha preso la decisione: si mette in contatto con il sindaco di Livorno, acquista la casa all’asta giudiziaria e la regala al suo ex proprietario. «Se un domani vorrà acquistarla di nuovo la riavrà al prezzo che l’ho pagata io, altrimenti potrà restarci a vita».

L’incontro con il benefattore
Alessandro, l’uomo disabile, è ora ricoverato all’ospedale di Volterra per una lunga riabilitazione.  Nel frattempo, il suo avvocato ha avuto modo di incontrare mister x: «Ho conosciuto di persona il benefattore, è un uomo sensibile, ero presente quando ha acquistato all’asta la casa del mio cliente - racconta Francesco Tanzini - È completamente disinteressato, non ha secondi scopi se non quello di dare una mano ad Alessandro». Inoltre Tanzini sta cercando di ridare al suo cliente ciò che gli è stato tolto: pare infatti che Alessandro sia stato licenziato senza giusta causa. D’altro canto i familiari sono estremamente commossi dal gesto di mister x: «L’ho visto sorridere ed era tanto che non accadeva – racconta il fratello - È una cosa straordinaria. Ringrazio tutti coloro che ci hanno sostenuto». La vicenda è senz’altro un barlume di speranza per tutte le persone che hanno smesso di credere: a volte i miracoli accadono.