25 luglio 2021
Aggiornato 17:30
Il vicepresidente della Camera sulle amministrative

Di Maio: Al ballottaggio nessuna alleanza, cresceremo ancora alle politiche

I cinque stelle hanno delle possibilità di continuare a crescere in vista delle prossime elezioni politiche. Così Di Maio commenta i risultati delle elezioni e punta il dito contro il premier: «Il vero populista è Renzi, da lui solo annunci»

ROMA - «Ai ballottaggi non faremo nessuna alleanza, nessun biscotto: vogliamo che a parlare siano i cittadini». Lo annuncia in una intervista al Corriere della Sera il vicepresidente della Camera e membro del direttorio M5S Luigi Di Maio secondo il quale in vista delle prossime elezioni politiche i cinque stelle hanno «delle possibilità di continuare a crescere».

Ora basta menzogne
A proposito della grande assenza di Beppe Grillo, Luigi Di Maio risponde: «Abbiamo dimostrato di poter centrare ottimi risultati senza un frontman, e credo che anche lui sia contento di vedere che il Movimento non ha più bisogno di un megafono, senza alcun parricidio, come qualcuno sperava». La speranza del vicepresidente della Camera è che dopo l'esito di questo voto non si sentano più «le menzogne sui nostri sindaci e come amministriamo e spero anche che ora il confronto si sposti sui temi» aggiunge spiegando che «sia Virginia Raggi sia Chiara Appendino incarnano alla perfezione quella rivoluzione gentile che noi vogliamo portare in questo Paese».

Il campanello d'allarme del Pd
Per quanto concerne la situazione del partito di Matteo Renzi, l'esponente grillino afferma: «Quando le cose non vanno bene per un partito è da fessi non prenderne atto - risponde -. Per loro queste Amministrative dovrebbero suonare come un campanello d'allarme, come è stato evidenziato anche a livello internazionale, il vero populista è stato Renzi che ha sparato slogan senza poi dare seguito a un fatto e i cittadini se ne sono accorti».