28 settembre 2021
Aggiornato 18:00
Il leader della Lega commenta i risultati delle amministrative

Salvini: Per la Lega Nord risultato storico

Raddoppiati i sindaci leghisti in Lombardia, in Veneto man bassa e a Milano Parisi è al ballottaggio: per il segretario del Carroccio un risultato notevole, mai raggiunto prima

MILANO - Alle elezioni amministrative «la Lega ha avuto un risultato storico». Queste le parole del leader della Lega Nord, Matteo Salvini, che ha commentato così i risultati elettorali in conferenza stampa nella sede della Lega di via Bellerio a Milano.

Sindaci raddoppiati in Lombardia
«In Lombardia abbiamo più che raddoppiato i sindaci, da 14 a 31 - ha sottolineato Salvini - con dodici al ballottaggio; in Veneto abbiamo fatto man bassa e a Milano abbiamo portato Parisi a un punto da Sala». Un risultatone, ha ripetuto il leader del Carroccio, «che dedico a Gianluca Buonanno», l'esponente leghista morto ieri in un incidente stradale. «Ora bisogna vincere nei Comuni in cui andiamo al ballottaggio», ha concluso.

«A Roma partita che giocherei altre 10 volte»
Da via Bellerio, a Milano, il segretario del Carroccio ha commentato anche i risultati di Roma, dove la Lega Nord appoggiato la candidata romana Giorgia Meloni. «Quella su Roma è stata una partita che rigiocherei altre dieci volte: coraggiosa, onesta, dignitosa e povera. Abbiamo speso un quinto di quello che hanno speso gli altri partiti e abbiamo portato Meloni sopra il venti per cento», e ha aggiunto: «Qualcuno a Roma ha sbagliato i suoi conti».

Su Roma scelta suicida Fi
«Sono contento, i dati dimostrano che dove c'è la Lega il centrodestra può farcela», spiega il leader della Lega in collegamento con lo speciale di Vespa su Raiuno. A Milano la partita è «apertissima», dice. A Roma, invece, «dico: daje Gio'! Forza Italia ha fatto una scelta suicida. Spero di giocarmela al ballottaggio. E' già un risultato eclatante arrivare ad un pelo, non so se davanti o dietro, all'armata del Pd»

L'ultimatum a Forza Italia
Salvini ha escluso la possibilità di appoggiare candidati Pd ai ballottaggi: «Mai nella vita voterei per il Pd e per Renzi». Renzi, ha detto ancora, «ha preso una bella mazzata». A chi gli ha chiesto se il centrodestra può restare unito dopo questa tornata elettorale, Salvini ha risposto: «L'importante è avere un programma serio, coerente, credibile. Il voto al M5s è rifiuto della vecchia politica. Fi deve decidere da che parte stare, soprattutto in Europa».