22 ottobre 2019
Aggiornato 18:00

La Treccani aggiunge al vocabolario «Salvinata»: «Uscita tipica di Salvini»

L'enciclopedia italiana di scienze, lettere ed arti riconosce il termine usato dalle testate giornalistiche «Salvinata» per definire le uscite fuori dagli schemi del leader della Lega Nord

ROMA «Salvinata, derivato dal nome proprio (Matteo) Salvini con l'aggiunta del suffisso -ata». L'enciclopedia Treccani si aggiorna e inserisce tra i vocaboli della lingua italiana il neologismo legato alla figura e alle gesta del leader del Carroccio, Matteo Salvini. L'enciclopedia italiana di scienze, lettere ed arti riconosce così il termine usato comunemente dalle testate giornalistiche italiane che definiscono le uscite del segretario della Lega Nord, appunto, «Salvinate».

Uscita tipica del politico
La definizione che l'enciclopedia italiana dà del neologismo è proprio «trovata, uscita tipica del politico Matteo Salvini». Due gli esempi estrapolati da altrettanti quotidiani nazionali che avallano il nuovo termine: su La Repubblica, l'8 novembre 2014, in un articolo si legge «Lui [Matteo Salvini, ndr] se la ride, ha già calcolato l'effetto mediatico della visita ed è certo che anche grazie a queste «salvinate» la Lega salirà ancora di più nei sondaggi»; su Il Messaggero del 21 febbraio 2015 si legge ancora: «Salvini sta affossando il centrodestra, di certo non gli correremo dietro – hanno sottolineato Alfano e Lupi -. Le sue Salvinate, come quella di uscire dall'Europa, non producono risultati, sono fatte solo per ottenere una manciata di voti».

«Facciamo scuola»
La Treccani si rifà alla terminologia giornalistica per inserire il nuovo lemma tra i vocaboli della lingua italiana. Da scrivere sia con la maiuscola che con la minuscola, le uscite fuori dal coro dell'esponente della Lega Nord oggi entrano di diritto nella rinomata enciclopedia, e così tra i termini derivati dal latino e quelli coniati da Dante, arriva anche il contributo della politica contemporanea. Non manca la reazione del leader della Lega Nord, che all'agenzia Adnkronos commenta: «Facciamo scuola...».