12 dicembre 2019
Aggiornato 19:00
Salvato in extremis

Ponte di Nona: cade in una pozza di liquami dove resta tutta la notte

Un passante ha avvistato un uomo nel liquame denso e scuro del Fosso del Benzone: salvato dai soccorsi

49enne in ipotermia dopo aver trascorso la notte in un lago di liquame a Ponte di Nona
49enne in ipotermia dopo aver trascorso la notte in un lago di liquame a Ponte di Nona Shutterstock

ROMA – Un senza fissa dimora di 49 anni ha rischiato la vita cadendo in una pozza di liquami nel Fosso del Benzone, nei pressi del centro commerciale Roma Est. L'uomo è stato salvato grazie ad un cittadino che, passando nei paraggi, ha notato qualcosa che il clochard era immerso fino alla testa nel fosso, immerso nel liquido scuro.

Il salvataggio
Il passante ha immediatamente allertato i soccorsi: l'uomo era scivolato nel liquido venutosi a creare nell'area compresa tra via delle Cerquete e via Celestino Rosatelli a causa di una perdita nelle fogne della zona. Una volta giunti sul posto, i soccorritori hanno potuto salvare il 49enne romeno. L'uomo era in evidente stato di choc: aveva passato la nottata a cercare di uscire dal liquame, ma, da quella specie di sabbie mobili era stato impossibile venir fuori.

Al Policlinico di Tor Vergata
Polizia Locale, vigili del fuoco, 118 e addirittura l'elisoccorso sono intervenuti per riuscire ad estrarre il 49enne, in una operazione lunga e delicata. L'uomo, una volta estratto dal liquame, è stato trasportato d'urgenza presso il Policlinico di Tor Vergata, in codice rosso, dove è stato riconosciuto in ipotermia.