27 giugno 2019
Aggiornato 12:30
al via l'operazione "strade sicure"

Roma, arrivano le misure anti-terrorismo per i riti pasquali

Come già avvenuto in occasione dell'apertura della Porta Santa e durante l'esposizione delle spoglie dei santi Pio e Leopoldo, la Prefettura adotterà delle restrizioni particolari. Eccole

Papa Francesco I.
Papa Francesco I. ( Shutterstock )

ROMA - Analogamente a quanto avvenuto in occasione dell'apertura della "Porta Santa" e dell'esposizione delle spoglie dei Santi Pio da Pietrelcina e Leopoldo Mandic, il Prefetto di Roma, Dr. Franco Gabrielli, ha disposto per i riti pasquali, che saranno celebrati dal Santo Padre, alcune calibrate restrizioni dei trasporti di armi ed esplosivi e di altre attività suscettibili di essere strumentalizzate per eludere il dispositivo di sicurezza attuato dalle forze di polizia.

Niente armi vicino al Vaticano
La Prefettura di Roma rende note le restrizioni dei trasporti di armi ed esplosivi. In particolare, tali misure prevedono l'interdizione dei trasporti di armi, munizioni, esplosivi, altri materiali tossici e carburanti nei giorni 20, 25 e 27 marzo pp.vv., lungo le vie circostanti l'area di Piazza San Pietro e la zona del Colosseo interessate dalle celebrazioni religiose.

Le misure disposte sono consultabili sul sito della Prefettura
L'adozione del provvedimento - spiega la nota - si inserisce nel contesto delle misure di maggior livello che, con il coordinamento del Questore di Roma, vengono attuate dalle Forze di polizia e dalle Forze Armate impegnate nell'operazione "Strade sicure" per prevenire possibili azioni terroristiche e garantire una cornice di sicurezza calibrata sugli eventi giubilari di massimo rilievo. Il testo dell'ordinanza che dispone le citate misure è già consultabile sul sito web della Prefettura.