28 settembre 2020
Aggiornato 00:00
Il candidato del centrodestra contro il leader della Lega

Comunali Roma, Bertolaso: Salvini parla ai suoi, io ai cittadini romani

Se la politica ragiona per slogan, lui ragiona per obiettivi reali e duraturi. Così il candidato del centrodestra romano, Guido Bertolaso, attacca ancora il leader della Lega Nord Matteo Salvini

ROMA - «Guido Bertolaso è un cittadino che ha una storia d'impegno e che è stato richiamato dalla politica perché la situazione di Roma è insostenibile». Lo ha detto, parlando di sè in terza persona, il candidato sindaco di Roma, Guido Bertolaso, intervistato da Affaritaliani.it all'indomani dei risultati dei gazebo leghisti nella capitale sul candidato Sindaco di centrodestra.

«Bertolaso è l'uomo giusto»
«Degrado, debiti, processi per mafia, sporcizia. Berlusconi, Meloni e Salvini sono l'impegno della politica per restituire la città ai cittadini di Roma e al mondo, Bertolaso è l'uomo che dovrebbe farlo. La politica ha le sue diversità, il mio obiettivo è unico e unitario», continua il candidato del centrodestra. 

Lui un politico, io un tecnico
«Matteo Salvini - ha detto ancora Bertolaso - è un politico di razza che parla alla sua gente e cerca consensi. Io sono un tecnico che deve risolvere un problema nel rispetto delle leggi e per questo ho annunciato che il mio modo di interpretare il mandato sarà tolleranza zero. L'Unione europea dice anche che non si possono prendere a pedate comunità di persone e ci impone civiltà negli interventi, anche i più drastici. La politica - ha concluso - ragiona per slogan, io per obiettivi reali e duraturi». 
 

(con fonte Askanews)