17 giugno 2019
Aggiornato 15:30
un appuntamento voluto dalla fidas

Giubileo, Papa Francesco riceve 25mila donatori di sangue

Un evento importante per tutti, non solo per i cattolici. Negli ultimi 15 anni è migliorata molto la qualità e la sicurezza del sangue

ROMA - Concluso il viaggio in Messico, ricominciano gli appuntamenti a Roma con il Giubileo della Misericordia. A nove giorni dalla partenza delle salme di Padre Pio e Leopoldo da Padova, sabato prossimo, 20 febbraio, l'appuntamento dell'Anno Santo è con i donatori di sangue d'Italia. Attese a Roma 25mila persone.

Un evento importante in nome della solidarietà
«Nel calendario del Giubileo della Misericordia, anche chi compie il gesto volontario, anonimo e gratuito della donazione del sangue vuole essere presente per celebrare un evento importante non solo per il mondo cristiano, ma per tutti coloro che operano in nome della solidarietà", si legge in un comunicato della FIDAS (Federazione Italiana Associazioni Donatori di Sangue). «Un evento che acquista un significato fondamentale di unità e condivisione, superando ogni possibile barriera. 'Non importa per chi, ma perché' ripetono spesso i donatori di sangue proprio per rimarcare che il sangue è donato per chi ne ha bisogno, indipendentemente dal colore della pelle, dalle convinzioni, dal credo politico o religioso».

Attesi 25mila volontari
All'evento sono «attesi 25 mila donatori per un appuntamento fortemente voluto dalla FIDAS (Federazione Italiana Associazioni Donatori di Sangue) cui hanno aderito anche i volontari del dono di AVIS, Fratres e Croce Rossa Italiana, oltre ad altre associazioni autonome presenti sul territorio nazionale, nonché le autorità competenti del Sistema Trasfusionale nazionale. A oltre quindici anni di distanza i donatori di sangue FIDAS tornano a Roma. Ma dal Giubileo del 2000 il sistema trasfusionale è profondamente cambiato», afferma nella nota Aldo Ozino Caligaris, presidente nazionale FIDAS. «In questi quindici anni è cresciuta l'adesione volontaria alla donazione, l'Italia ha raggiunto l'obiettivo dell'autosufficienza e sono stati raggiunti considerevoli traguardi per quanto riguarda la qualità e sicurezza del sangue».L'udienza di Papa Francesco inizierà alle ore 10 e al termine della stessa i presenti avranno la possibilità di accedere alla Basilica di San Pietro attraverso la Porta Santa.

(Fonte Askanews)