L'appello dell'esponente di Sel

Peciola: La sinistra accolga la sfida delle Olimpiadi

«Se vogliamo essere egemonici scegliamo temi ideologicamente scomodi», spiega l'esponente di Sel, Gianluca Peciola, che invita la sinistra romana a vedere nelle Olimpiadi di Roma 2024 una opportunità per rinnovare la città e riqualificare le strutture

ROMA - «La discussione in merito alla candidatura di Roma alle Olimpiadi del 2024 rappresenta un'occasione per ripensarci come Paese e come città. Le Olimpiadi in passato sono state gestite in maniera vergognosa con una lievitazione delle cubature di cemento e un aumento dei costi inaccettabile. La Sinistra deve saper dire che siamo favorevoli alle Olimpiadi come opportunità per creare occupazione dentro un progetto sostenibile sotto il profilo ambientale». Lo dichiara Gianluca Peciola, esponente di Sel.

La riqualifica degli impianti
«Le risorse stanziate per le Olimpiadi possono essere utilizzate per riqualificare gli impianti sportivi minori e di periferia, per migliorare i servizi per i cittadini, a partire dal potenziamento della mobilità pubblica, e per promuovere lo sport sociale. La candidatura di Roma ai giochi olimpici può essere terreno di contesa rispetto alla nostra idea di città», continua Peciola.

Una grande sfida
«La Sinistra che vuole essere egemonica deve scegliere campi di intervento anche ideologicamente scomodi. Il Gruppo Sel votò con convinzione a favore della candidatura perchè portare le Olimpiadi a Roma e in Italia può essere una grande sfida se gestita con trasparenza, contenimento dei costi e dentro una prospettiva di rigenerazione dei luoghi e riconversione ecologica», conclude l'esponente di Sel. 

(con fonte Askanews)