27 giugno 2019
Aggiornato 05:00
Mercoledì 20 gennaio alle 12.30

Giornata memoria, ministro Giannini al Giulio Cesare di Roma

In occasione della giornata della memoria, si svolgerà la cerimonia di piantumazione di un ulivo in memoria delle vittime delle leggi razziali

ROMA - Domani, mercoledì 20 gennaio, a partire dalle 12.30, il ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Stefania Giannini, parteciperà alla Giornata della Memoria che si terrà presso il Liceo classico statale Giulio Cesare, a Roma, durante la quale sarà piantumato un ulivo in memoria delle vittime delle persecuzioni razziali.

L'albero
L'albero, proveniente da Gerusalemme, sarà donato dal Keren Kayemeth LeIsrael Onlus, la più antica organizzazione ecologica al mondo che da oltre un secolo opera per lo sviluppo, la bonifica e il rimboschimento della Terra di Israele. Nel corso della cerimonia sarà anche scoperta una targa commemorativa. Un ricordo particolare sarà riservato ai fratelli Finzi, ex alunni dell'Istituto, deportati ad Auschwitz il 16 ottobre 1943 e non più tornati.

L'importanza della memoria
All'evento, che sarà aperto presso l'Aula Magna del Giulio Cesare alla presenza del dirigente scolastico Micaela Ricciardi, parteciperanno anche il Presidente del KKL Italia Onlus, Raffaele Sassun; l'Ambasciatore d'Israele in Italia, Naor Gilon; l'Ambasciatore d'Italia in Israele, Francesco Maria Talò e il Presidente dell'Ucei, Renzo Gattegna. Sono previste inoltre le testimonianze di Mario Finzi, familiare dei due ex alunni del Liceo, e di Emma Marino, studentessa espulsa dalla scuola per le leggi razziali. In programma, l'intervento di Federica Fontana, studentessa del Giulio Cesare, in rappresentanza di tutti gli alunni dell'Istituto.

(con fonte Askanews)