20 giugno 2021
Aggiornato 19:00
Decreto salva-banche

Gasparri: «Commissione certificherà le colpe di Bankitalia. E la Boschi non si illuda di esserne fuori»

Il Senatore di Forza Italia: «È incredibile l'offensiva comunicativa della Banca d'Italia che nega l'evidenza. Interviste su giornali compiacenti e la Rai a tappetino, con il noto Fabio Fazio pronto a fare da megafono per chi ha gravi responsabilità negli scandali bancari a cui stiamo assistendo».

ROMA - «È incredibile l'offensiva comunicativa della Banca d'Italia che nega l'evidenza. Interviste su giornali compiacenti e la Rai a tappetino, con il noto Fabio Fazio pronto a fare da megafono per chi ha gravi responsabilità negli scandali bancari a cui stiamo assistendo. Ma non si illudano quelli della Banca d'Italia. Possono ottenere luoghi d'informazione compiacenti e censure in questa fase, ma quando il Parlamento avrà varato la commissione d'inchiesta saranno messi sul banco degli accusati». Lo ha dichiarato in una nota il senatore di Forza Italia, Maurizio Gasparri.

Visco dovrebbe andarsene
«Le lettere segrete, gli interventi mancati, le mille ambiguità dimostrano quanto la Banca d'Italia sia colpevole del disastro che si sta verificando - ha aggiunto -. Lo sono i suoi massimi dirigenti, lo è il governatore Visco. Che invece di fare interviste ed esibizioni in tv dovrebbe andarsene, chiedere scusa agli italiani, presentarsi alla magistratura per sottoporsi alle indagini inevitabili. È già indagato per le vicende di Spoleto, è nel mirino per quelle di Arezzo. Con lui le responsabilità sono evidenti anche del governo».

La Boschi non si illuda di esserne fuori
«E anche la Boschi, non si illuda di esserne fuori - ha concluso -. Quando discuteremo la mozione di sfiducia al Senato ce ne sarà anche per lei. Basta la lettura dei giornali per vedere quali colpe abbia, quali conflitti d'interesse rappresenti, quali responsabilità sui territori di sua origine emergano anche a carico di persone a lei direttamente riconducibili. Il caso Boschi è tutt'altro che chiuso, e presto apriremo anche un caso Renzi. Visco intanto se ne vada che è meglio per lui».

Giro: Aspettiamo arresti eccellenti
«Renzi e Boschi hanno ragione: chi ha sbagliato presto pagherà. Mi pare di capire che la procura di Arezzo stia lavorando alacremente e bene e immagino vi saranno arresti eccellenti . Appunto perché qualcuno dovrà pur pagare se per fronteggiare l'emergenza si e' fatto persino un decreto di governo . Aspettiamo gli arresti dei colpevoli perché siamo in uno stato di diritto non di polizia ma dove i diritti dei deboli vanno difesi impedendo ai responsabili di nuocere ancora». Lo ha affermato in una dichiarazione il senatore Fi Francesco Giro.