20 ottobre 2019
Aggiornato 18:00
Continuano i divieti

Campidoglio: Estesa l'ordinanza contro risciò e saltafila

Francesco Paolo Tronca estende ancora le prescrizioni dell'ordinanza sul divieto di risciò e saltafila. La Municipale monitora la situazione per possibili ulteriori estensioni

ROMA - Il Commissario straordinario di Roma Capitale, Francesco Paolo Tronca, ha deciso di estendere l'efficacia territoriale delle prescrizioni dell'ordinanza adottata il 25 novembre 2015, sul divieto di risciò e saltafila. L'ordinanza, infatti, dispone il «duplice divieto di svolgere in alcuni ambiti del centro cittadino qualunque attività assimilabile al trasporto di persone con velocipedi e, altresì, di svolgere in maniera ambulante l'attività su suolo pubblico di intermediazione e promozione di tour turistici e vendita di biglietti per l'accesso a musei».

Le vie interessate
Ora l'ordinanza è stata estesa e verrà resa operativa anche nelle seguente vie: via Paolo VI, piazza S. Uffizio, largo Porta Cavalleggeri, via Stazione Vaticana, viale Vaticano, via Leone IV, Bastioni di Michelangelo; nelle vie e piazze ricomprese nel perimetro tra Borgo Santo Spirito, largo Alicorni, piazza Pio XII, largo Colonnato, Piazza della Città Leonina, via di Porta Angelica, piazza Risorgimento, via Crescenzio, piazza Cavour, via Triboniano, lungotevere Castello, lungotevere Vaticano, via San Pio X, nonché nelle vie, piazze e aree medesime.

Il monitoraggio della polizia locale
Su disposizione del Commissario Tronca, la polizia locale sta monitorando attentamente la situazione, «al fine di indicare altri luoghi dove eventualmente estendere ulteriormente l'efficacia delle prescrizioni alla luce dell'evoluzione delle situazioni».

(con fonte Askanews)