25 luglio 2024
Aggiornato 02:00
Lavori realizzati in 158 giorni

Renzi, Lorenzin e Zingaretti inaugurano il pronto soccorso del Santo Spirito

Grazie al finanziamento della Regione Lazio di circa un milione e mezzo di euro, l'ospedale romano è stato ristrutturato: la regione ha permesso l'adeguamento dell'area di emergenza del nosocomio in occasione del Giubileo Straordinario

ROMA - Taglio del nastro per il nuovo Pronto Soccorso dell'Ospedale Santo Spirito a Roma, a pochi passi dal Vaticano. Una breve cerimonia preceduta dalla visita ai locali della nuova struttura del presidente del Consiglio, Matteo Renzi, insieme al ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, il presidente del pontificio Consiglio della Nuova Evangelizzazione dei Popoli, monsignor Rino Fisichella, insieme al presidente della regione Lazio, Nicola Zingaretti, presenti anche il prefetto di Roma, Franco Gabrielli, e il Commissario straordinario della Capitale, Francesco Paolo Tronca.

158 giorni per realizzare i lavori
I lavori sono stati realizzati in soli 158 giorni, grazie al finanziamento della Regione Lazio di circa un milione e mezzo di euro (800mila euro per lavori di ristrutturazione e 700mila euro per l'acquisto di apparecchiature elettromedicali) che ha permesso l'adeguamento dell'area di emergenza in occasione del Giubileo Straordinario.

Punto di riferimento dei pellegrini
Questo antico ospedale romano ha da sempre una particolare vocazione all'accoglienza ed è stato nei secoli il punto di riferimento dei pellegrini in visita alla tomba di Pietro. Il PS del Santo Spirito, DEA di I livello con performance sopra alla media regionale, ha circa 35.000 accessi l'anno che si prevede possano aumentare nel corso dell'anno giubilare sino al 10-20%.


(con fonte Askanews)