2 aprile 2020
Aggiornato 06:00
la replica

Mafia capitale, Alemanno: «Odevaine racconta balle clamorose»

L'ex sindaco assicura che su Bufalotta non c'é stata alcuna delibera della sua amministrazione

ROMA - Anche l'ex sindaco di Roma, come il deputato Pd Umberto Marroni, reagisce alle dichiarazioni di Luca Odevaine. E piuttosto maluccio. 

Alemanno: Odevaine racconta balle
L'ex sindaco di Roma Gianni Alemanno, coinvolto nell'inchiesta della procura di Roma su Mafia capitale classifica come «balle clamorose», le dichiarazioni che Luca Odevaine, vice capo di gabinetto nella giunta Veltroni, imputato nello stesso processo, ha rilasciato in un interrogatorio in carcere, prima di ottenere i domiciliari. «Dopo avermi lanciato addosso l'accusa di aver esportato soldi in Argentina, illazioni che la Procura stessa ha giudicato prive di fondamento, Luca Odevaine mi ha nuovamente inondato di chiacchiere e calunnie in libertà», ha dichiarato Alemanno.

La più clamorosa è quella su Bufalotta
Ed ha aggiunto: «Basandosi su una serie di 'sentito dire' e di teoremi personali l'ex vice capo di gabinetto di Walter Veltroni cerca di dare un orientamento politico ai suoi interrogatori, inventandosi tangenti inesistenti e accordi trasversali tra destra e sinistra che mi dovrebbero riguardare». Per Alemanno «la balla più clamorosa è quella relativa ad una tangente di Caltagirone per la questione di Bufalotta, che sarebbe stata indirizzata ad esponenti di sinistra oltre che al sottoscritto. Luca Odevaine nel suo delirio si dimentica un piccolo particolare: la nostra amministrazione non ha approvato alcuna delibera riguardante Bufalotta, i cui atti politici e amministrativi risalgono tutti all'epoca di Veltroni». (Fonte Askanews)

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal