16 ottobre 2021
Aggiornato 21:00
l'appello dell'ex assessore ai trasporti di roma

Esposito: «Alfano rendi pubblici i documenti su Mafia Capitale»

Intanto, in vista della prima udienza del processo Mafia Capitale il Movimento 5 Stelle e il Codacons hanno depositato la richiesta di costituzione di parte civile

ROMA - Stefano Esposito, ex assessore ai Trasporti della giunta capitolina e membro della commissione Antimafia, invita il ministro dell'Interno Angelino Alfano a rendere pubblica la relazione della Commissione d'accesso e la relazione del prefetto Gabrielli su Mafia Capitale.

Esposito: Caro Alfano, devi desecretare i documenti
«Caro Ministro - scrive Esposito, precisando di aver letto entrambi i documenti in qualità di membro dell'Antimafia - faccio appello a lei affinché questi documenti siano desecretati prima del 5 novembre, giorno di apertura del maxiprocesso su Mafia Capitale. Sarebbe opportuno sia per la qualità del processo, sia per rispetto nei confronti dei cittadini, che avrebbero modo di farsi un'idea ancora più completa degli avvenimenti». Secondo il senatore del Pd «il problema, in una situazione come questa, è non lasciare a nessuno la possibilità di dire: 'non sapevamo'. Ciò che è contenuto nelle due relazioni riguarda questioni importanti relative alla necessità di intervento sulla macchina amministrativa. È questa la vera sfida che la politica deve raccogliere dalla vicenda di Mafia Capitale».

I cittadini chiedono trasparenza
A parere di Esposito la pubblicazione delle relazioni «sarebbe opportuna anche per coloro che guideranno l'amministrazione capitolina negli anni a venire: chiunque verrà dovrà prendere spunto dall'indagine giudiziaria e trasformarla in buone pratiche per cambiare radicalmente il funzionamento della struttura amministrativa e intervenire in modo drastico per le società partecipate». Scrive infine Esposito nell'appello ad Alfano: «Confido nella sua attenzione e responsabilità circa la necessità della massima trasparenza nei confronti dei cittadini e auspico, per le ragioni che le ho sinteticamente esposto, che vorrà accogliere questo appello».Intanto, in vista della prima udienza del processo Mafia Capitale, che si terrà questo giovedì, 5 novembre, il Movimento 5 Stelle e il Codacons hanno depositato la richiesta di costituzione di parte civile dinanzi al giudice Rosanna Ianniello. Le firme a sostegno dell’azione collettiva sono per i grillini della deputata Roberta Lombardi e del consigliere comunale Marcello De Vito; per l’associazione dei consumatori del vicepresidente Giovanni Pignoloni. (Fonte Askanews)