13 dicembre 2019
Aggiornato 21:30
Prevista per le 12

Campidoglio, convocata giunta straordinaria: Marino potrebbe dimettersi

Diverse le ipotesi in ballo: il sindaco Ignazio Marino potrebbe rassegnare le dimissioni, oppure potrebbero farlo in massa gli assessori. Ciò che è certo è che la situazione è al limite del precario

ROMA – È prevista per le 12 in Campidoglio una Giunta straordinaria. La situazione a Roma sembra essere sempre più precaria e voci di corridoio sembrano quasi concordi nell'affermare che potrebbe arrivare la dimissione del sindaco Ignazio Marino. In questo modo il sindaco anticiperebbe le mozioni di sfiducia che starebbero per arrivare da opposizione e maggioranza.

Le ipotesi in ballo
Le ipotesi sono diverse: oltre alle possibili dimissioni del primo cittadino, potrebbe accadere che a dimettersi siano in massa tutti gli assessori. Intanto il Partito democratico sembra aver scaricato in toto il sindaco, tanto che Matteo Orfini, commissario straordinario del Pd romano, sembra aver dato un'accelerata importante sulla situazione, chiedendo al sindaco di lasciare il ruolo che riveste.

Sel e la possibile mozione di sfiducia
Arriva anche il commento dell'assessore alla Legalità Alfonso Sabella, che assicura che il sindaco «Ignazio Marino ha vicina tutta la Giunta. Chiaramente se vorrà prendere delle decisioni ne prenderemo atto. Che aria tira? Tira l'aria che tirava ieri sera- ha aggiunto Sabella uscendo dal Campidoglio- Io non sono un politico, quindi questo tipo di valutazioni non dovete chiederle a me». Intanto anche Sel si fa sentire e convoca per il primo pomeriggio una segreteria straordinaria, in cui si parlerà anche di una possibile mozione di sfiducia per il sindaco.