15 dicembre 2019
Aggiornato 00:00
71 i migranti morti sul tir, 3 uomini in arresto

Austria, Renzi: «Una tragedia assurda che ci riguarda tutti»

Sono stati fermati in Ungheria il presunto proprietario e i due conducenti del camion

VIENNA (askanews) - Vi sono anche quattro bambini fra i 71 migranti trovati morti ieri in un camion abbandonato su un'autostrada in Austria: lo ha reso noto la polizia austriaca, aggiungendo che le vittime sono probabilmente di nazionalità siriana.

Erano siriani scappati dalla guerra
«Tra queste 71 persone vi erano 59 uomini, otto donne e quattro bambini, fra cui una bambina di uno o due anni» ha spiegato il portavoce della polizia, Hans Peter Doskozil; gli agenti hanno ritrovato inoltre dei documenti di viaggio siriani, il che fa ritenere che le vittime provenissero "probabilmente" dalla Siria: «Possiamo scartare la possibilità che si trattasse di africani", ha concluso il portavoce. Nel frattempo, tre persone sono state arrestate in Ungheria: si tratta di un cittadino bulgaro di origine libanese, il presunto propietario del camion, e di altre due persone (un bulgaro e un ungherese) che stando alla polizia austriaca sono «quasi certamente i conducenti del veicolo", che aveva una targa ungherese.

Renzi: Una morte assurda che ci riguarda tutti
E' una «morte assurda» quella che ha colpito oltre 50 migranti nascosti in un Tir in Austria. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, secondo quanto si apprende da fonti di palazzo Chigi, in un messaggio di solidarietà e vicinanza al cancelliere austriaco Werner Faymann. «Una morte assurda, che sconvolge la coscienza di ognuno di noi e che sottolinea, una volta di più se ce ne fosse ancora bisogna, la centralità e l'urgenza del tema dell'immigrazione in una Europa - ha rimarcato Renzi - dove tornano ad erigersi muri».